LA STORIA

Stesso stadio, altro nome. La Lazio nell’impianto che fu di Schwarzenegger

Scritto da Staff CS  | 

Stesso stadio, altro nome. La Lazio, che giovedì affronterà lo Sturm Graz nella terza giornata del girone di Europa League, ha già giocato in quella che oggi è la Merkur Arena. Era il 2002 e i biancocelesti, allenati da Mancini, si imposero per 3-1 con i gol di Chiesa e Inzaghi. All'epoca però lo stadio si chiamava Arnold Schwarzenegger, in onore dell'attore austriaco. Nel 2005 si decise però di cambiare intitolazione all'impianto sportivo, in seguito a una violenta polemica che riguardava proprio Schwarzenegger.

LA STORIA

Diventato governatore della California, l'austriaco respinse, il 12 dicembre 2005, la richiesta di clemenza avanzata da Stanley "Tookie" Williams, precedentemente condannato a morte. Alcuni politici chiesero perfino la revoca della cittadinanza austriaca di Schwarzenegger, pretendendo la ridenominazione dello stadio. Prima ancora che il consiglio comunale di Graz prendesse una decisione in merito, fu Schwarzenegger a muoversi in anticipo, revocando il permesso alla città di Graz di utilizzare il suo nome, imponendo il divieto in particolare per lo stadio di calcio. Schwarzenegger diede alla città un ultimatum, pretendendo che il suo nome sparisse da tutti i documenti e siti web, entro la fine del 2005. I lavori per il cambio nominativo vennero svolti nella notte fra il 26 e il 27 dicembre con la speranza che nessuno della stampa fosse presente mentre venivano tolti i riferimenti a Schwarzenegger dall'impianto. Diversi giornalisti riuscirono però ad arrivare allo stadio prima della fine dei lavori. I servizi fotografici fecero il giro del Paese, al punto che il cambio nominativo diventò motivo di discussione nazionale. E così la Lazio si ritrova, 20 anni dopo, a giocare nello stesso impianto. Che però ha un nome diverso.