CHIARIMENTI SOCIAL

L'insulto, il pianto e le scuse su Instagram: in Lecce-Vicenza succede di tutto

Scritto da Filippo Milanese  | 

Ieri sera è andato in scena, allo stadio “ Via del Mare ”, il recupero della 18^ giornata di Serie B , Lecce-Vicenza . La gara è terminata con la vittoria dei giallorossi , che nel finale hanno rischiato di portare a casa un solo punto. Verso il 90esimo, il match si è agitato con una “ rissa ” sfiorata per poco tra Zan Majer e Riccardo Meggiorini per un fallo ai danni dei giallorossi. 

I due, infatti, per più di qualche minuto si sono battibeccati, ma il numero 69 dei biancorossi è scoppiato in lacrime poiché il 37 leccese aveva insultato pesantemente sua madre, scomparsa 5 anni fa.

Al triplice fischio, Meggiorini è nuovamente scoppiato in lacrime e Majer è stato allontanato dal terreno di gioco. 

Le lacrime? E’ volato qualche insulto di troppo - ha spiegato Meggiorini - io sono andato a spingere via un loro giocatore, perché c’era stata una rissa a centrocampo. L’ho spinto via per far sì che non litigassero ancora, ma sono volati insulti poco carini e quando si vanno a toccare gli affetti personali, che magari non ci sono più, dà fastidio e sono stato insultato più volte. Però l’importante è che sia venuto a fine partita a chiedermi scusa, almeno ha fatto quel gesto.

Poco dopo, su Instagram, lo sloveno si è scusato con l'avversario per gli insulti.

A volte in campo si dicono cose che non si pensano, solo per agonismo e nervosismo. Ma così come ho fatto personalmente a fine partita a Riccardo, voglio pubblicamente chiedere scusa a Meggiorini. Mi dispiace davvero tanto.