INNAMORATA

Il suo Morata nella storia: Alice Campello scatenata sui social

Scritto da Staff CS  | 

Con ogni probabilità i due gol segnati da Alvaro Morata nelle prime due partite della carriera disputate in un Mondiale non entreranno nella storia della Spagna, né si candidano a rivestire un ruolo chiave nel percorso in Qatar della squadra di Luis Enrique, che comunque grazie al secondo sigillo consecutivo dell’ex juventino ha strappato un prezioso pareggio alla Germania, utile per evitare di complicare la classifica alla vigilia dell’ultima giornata dopo la goleada a Costa Rica.

La Spagna s'aggrappa al vero 9: Morata spaventa la Germania

Per una volta, però, un giocatore che per caratteristiche ha sempre pensato più al collettivo delle squadre in cui ha militato che alle proprie statistiche può godersi quello che è a tutti gli effetti un momento magico. Le Furie Rosse del gioco palleggiato e dei talentuosi trequartisti o esterni offensivi, hanno infatti avuto bisogno di un centravanti vero, entrato dalla panchina, per sbloccare la gara contro i tedeschi (che hanno poi a propria volta trovato l’1-1 grazie a un altro 9 autentico come Füllkrug).

Morata "gran riserva": Alvaro nella storia dei Mondiali

Così dopo aver chiuso i conti all’esordio-boom contro i 'Ticos' Alvaro c’ha preso gusto a segnare da subentrante, ma nella sua esultanza non c’è stato spazio per polemiche verso l’allenatore per il mancato impiego dall’inizio. Del resto, come spiegato dopo l’esordio, partecipare a un Mondiale è un’emozione unica: per Alvaro è la prima volta e ogni momento è una festa e un’emozione, meglio se accompagnata da un record: Morata è infatti diventato il sesto giocatore nella storia dei Mondiali ad aver segnato in due partite consecutive da subentrato, ma il primo a riuscirci con la Spagna.

Morata-gol, le dediche di Alice Campello

Niente male per Luis Enrique, che in vista della gara contro il Giappone, ma soprattutto del probabilissimo proseguimento della competizione, potrà giostrare a piacimento le risorse offensive. E niente male neppure per Alvaro, reduce dalle delusioni, più di squadra che personali, nella prima parte di stagione con l’Atletico Madrid, lontano dai primi posti in Liga e già fuori dalle coppe. A completare il quadro, poi, ecco i festeggiamenti della moglie Alice Campello, che non ha saputo trattenere la propria gioia via Instagram dopo il nuovo gol del marito: ecco allora celebrazioni a suon di “Vamos” e “Ti amo”, ricambiate dalla lettera “A” mimata da Alvaro a favore di telecamera dopo il gol e, prima della partita, da una dolce videochiamata a casa ripresa proprio su Instagram con l’immagine di Alice e dei figli a spuntare dal telefonino…