I SALUTI

L'ex capitano saluta tutti: ecco chi c'era con lui

Scritto da Andrea Sperti  | 

Calabresi, Bleve, Hjulmand, Tuia e Di Mariano, i suoi compagni di squadra ed amici non lo hanno lasciato solo nemmeno in una delle ultime sere vissute da Fabio Lucioni, ex capitano del Lecce, nel Salento. Il difensore centrale si trasferirà un anno in prestito al Frosinone ed è pronto per iniziare una nuova avventura. 

LUCIONI AL LECCE 

Il 20 luglio 2018 si trasferisce al Lecce, club neopromosso in Serie B, a titolo definitivo. Nell'agosto 2018 la squalifica per doping è in un primo momento sospesa dal TAR e Lucioni può così esordire con la nuova maglia alla prima giornata di campionato, il 27 agosto contro il Benevento allo stadio Ciro Vigorito. Dopo essere sceso in campo anche contro la Salernitana il 2 settembre, all'esordio casalingo in Serie B dei giallorossi, Lucioni è nuovamente costretto a fermarsi perché la sospensiva viene revocata. Torna in campo il 10 novembre, alla dodicesima giornata, sul campo del Cosenza. Segna il primo gol con i salentini nella partita casalinga vinta per 3-2 contro il Padova il 23 dicembre 2018; alla fine della stagione i giallorossi, di cui Lucioni è vice-capitano, sono promossi in Serie A in virtù del secondo posto in classifica.

Nella stagione 2019-2020 è il calciatore del Lecce più impiegato in Serie A, con 36 presenze e 3 gol; la sua prima marcatura in massima serie risale al 6 ottobre 2019, quando Lucioni realizza il gol dei giallorossi nella partita persa per 3-1 in trasferta contro l'Atalanta. Il 7 maggio 2021, in occasione della partita Lecce-Reggina (2-2), valida per la penultima giornata del campionato di Serie B 2020-2021, tocca quota 100 presenze con il Lecce. Nella stagione seguente, dopo la partenza di Marco Mancosu, diviene il capitano del Lecce, che guida alla vittoria del campionato di Serie B 2021-2022, risultando il calciatore giallorosso più impiegato in stagione.