PAPA' SITTER!

Un campione polacco passa il pomeriggio con la figlia. Ecco come la fa divertire

Scritto da Filippo Milanese  | 

Non solo nel calcio, anche nel basket è un campione! Robert Lewandowski questo pomeriggio ha postato un video su Instagram, in cui passa il suo momento libero della giornata facendo divertire la figlia. 

Il campione polacco, come si vede benissimo nel video, si dimostra abilissimo anche nel basket! Infatti il post di Instagram si apre con una doppietta di canestri fatti girato di spalle e si chiude con dei salti sul trampolino insieme alla figlia. 

La punta del Bayern Monaco non solo fa divertire tifosi e seguaci del calcio in tv ma fa divertire anche l sua bimba e lo fa sempre mettendoci un tocco di classe! 

LEWANDOWSKI IN NAZIONALE

Nel 2007 debutta nella nazionale polacca Under-19. Dal 2007 al 2008 colleziona 3 presenze nella nazionale polacca Under-21, nelle amichevoli contro Inghilterra, Bielorussia e Finlandia.

Esordisce in nazionale maggiore il 10 settembre 2008, all'età di vent'anni, nel ruolo di terzino destro, segnando una rete contro San Marino: diviene così il secondo più giovane marcatore all'esordio della Polonia (all'età di 20 anni e 21 giorni) dopo Lubański, che il 4 settembre 1963 segnò contro la Norvegia a 16 anni, 6 mesi e 7 giorni.

Divenuto titolare, viene convocato dal CT Smuda per il campionato d'Europa 2012 (ospitato congiuntamente da Ucraina e Polonia). È lui a realizzare la prima rete della competizione, nella partita inaugurale contro la Grecia (terminata 1-1). La Polonia non riuscirà a superare il girone, ottenendo due punti e uscendo dal torneo. Il giocatore compare anche nel video di Endless Summer, la canzone ufficiale dell'europeo.

Il 6 giugno 2014, in occasione dell'amichevole vinta per 2-1 a Danzica contro la Lituania, indossa per la prima volta la fascia di capitano della Polonia.

Marca la prima quaterna in nazionale il 7 settembre 2014, nella vittoria per 7-0 contro Gibilterra (gara valida per le qualificazioni al campionato d'Europa 2016). Il 13 giugno 2015 realizza una tripletta contro la Georgia. Con 10 gol in 8 presenze diventa capocannoniere delle qualificazioni al campionato d'Europa 2016. Convocato per la fase finale del torneo, segna il primo e unico gol nella competizione ai quarti di finale contro il Portogallo, persi dalla Polonia ai tiri di rigore dopo il pareggio per 1-1.

Con 16 reti realizzate in 10 partite contribuisce in modo decisivo alla qualificazione della Polonia al campionato del mondo 2018 e si laurea capocannoniere delle qualificazioni UEFA al mondiale di Russia 2018, svoltesi nel biennio 2016-2017. Il 5 ottobre 2017, con una tripletta messa a segno ai danni dell'Armenia a Erevan (battuta per 6-1), diventa il miglior marcatore nella storia della Polonia, raggiungendo la soglia delle 50 segnature in nazionale.

Convocato per i Mondiali 2018, in questa occasione Lewandowski delude, non segnando neanche una rete nelle 3 gare disputate dalla Polonia eliminata al primo turno.

Il 10 ottobre 2019 mette a segno una tripletta contro la Lettonia nel corso delle qualificazioni al campionato d'Europa 2020. Convocato per la fase finale del torneo, disputata nel 2021 anziché nel 2020 a causa della pandemia da COVID-19, non riesce a fare superare i gironi alla sua squadra nonostante abbia realizzato 3 reti: una nel pareggio per 1-1 contro la Spagna e due nella sconfitta per 3-2 contro la Svezia (che ha sancito l'eliminazione dei polacchi dal torneo).