BONTÀ

Spiedini per tutti: l'ex Milan in cucina

Scritto da Andrea Sperti  | 

Alberto Paloschi, ex attaccante del Milan ora al Siena, qualche ora fa ha pubblicato la foto degli spiedini che ha preparato. Il centravanti ha segnato sempre tanto nella sua carriera ma si dimostra anche un cuoco provetto. 

Il 27 agosto 2008 il Parma, compagine di Serie B, ne ha ufficializzato l'acquisizione in compartecipazione dal Milan. Con i ducali ha esordito il 29 agosto 2008 contro il Rimini (1-1) nell'anticipo della prima giornata di Serie B 2008-2009, entrando all'inizio del secondo tempo. Ha segnato il primo gol in maglia gialloblù il 13 settembre 2008 contro l'Ancona, realizzando al 12º minuto il primo gol del 4-1 finale con un colpo di testa[8] sullo sviluppo di un calcio d'angolo. Durante la stagione, terminata con la promozione in Serie A dei ducali, Paloschi ha giocato 39 partite nelle quali ha segnato 12 gol.

Il 16 giugno 2009 la società gialloblu ha ufficializzato il rinnovo della comproprietà di Paloschi anche per la stagione 2009-2010. Il 23 agosto 2009 ha segnato il primo gol stagionale nella partita della prima giornata di campionato pareggiata 2-2 in casa dell'Udinese. Il 15 settembre 2009 ha ricevuto il "Premio Silvio Piola" come miglior attaccante Under-21 della stagione 2008-2009. Le sue presenze nel secondo campionato in maglia crociata sono state limitate da due infortuni muscolari dovuti alla repentina crescita del giocatore (5 centimetri in un anno): il primo l'8 novembre 2009 in Parma-Chievo e il secondo durante Parma-Lazio del 14 febbraio 2010.

Il 25 giugno 2010 il sito ufficiale del Parma ha comunicato l'avvenuto rinnovo della comproprietà con il Milan fino al 2011. Nella stagione 2009-2010 Paloschi ha disputato 18 gare (17 in Serie A e una in Coppa Italia) segnando 4 gol in campionato.

La stagione 2010-2011 non è iniziata nel migliore dei modi per l'attaccante che, dopo aver giocato la prima partita della Serie A 2010-2011 contro il Brescia subentrando nel corso della ripresa a Bojinov,[18] è dovuto rimanere lontano dai campi di gioco per tutto il resto del 2010 a causa di un nuovo infortunio muscolare subito con la Nazionale Under-21.