BUON COMPLEANNO

L'ex Lecce compie 46 anni: ecco la dedica di un suo amico speciale

Scritto da Andrea Sperti  | 

Fabio Liverani, ex tecnico del Lecce, oggi compie 46 anni. L'allenatore ha condiviso delle Instagram stories e tra queste anche quella di Davide Baiocco, suo vecchio compagno ai tempi del Perugia in Serie A. 

Ha dato i primi calci al pallone nell'oratorio di Santa Maria Ausiliatrice, nel quartiere romano del Tuscolano. Dopo essere stato notato dai dirigenti della Romulea, è stato aggregato alla squadra di San Giovanni, in cui ha militato per quattro stagioni fino al trasferimento alla Lodigiani.

Dopo aver fornito positive prestazioni nelle giovanili di Lodigiani, Palermo, Napoli e Cagliari, ha mosso i primi passi da calciatore professionista nelle serie minori: dopo una breve esperienza alla Nocerina, ha militato, infatti, nella Viterbese, in Serie C, dal 1996 al 2000.

Notato dal Perugia di Luciano Gaucci, è stato prelevato dal club umbro nel 2000. Serse Cosmi lo ha fatto esordire in Serie A il 1º ottobre 2000 in Perugia-Lecce 1-1. Con il Grifo si è affermato quale uno dei migliori centrocampisti del campionato: le sue prestazioni, positive fin dalle prime partite, gli sono valse anche la convocazione in nazionale.

Lazio

All'inizio della sua seconda stagione con gli umbri, dopo sole due presenze in campionato, è stato acquistato dalla Lazio per 25 miliardi di lire più la compartecipazione di Emanuele Berrettoni; con la società biancoceleleste ha sottoscritto un contratto quinquennale per un ingaggio da circa 2 miliardi di lire a stagione.

Ha segnato la prima rete con la nuova squadra il 18 novembre 2001 a Udine nella partita contro l'Udinese, vinta per 4-1 dalla squadra capitolina. Si è ripetuto una settimana dopo, risultando decisivo in Lazio-Juventus (1-0).

A Roma gioca cinque stagioni disputando un totale di 126 partite di campionato e vincendo una Coppa Italia nella stagione 2003-2004. Diventato il capitano della squadra, a causa di alcuni dissidi con il presidente della Lazio Claudio Lotito decide di non rinnovare il contratto in scadenza con la società, lasciando quindi la capitale al termine della stagione 2005-2006.