EXTRA SOCIAL

Manchester City, esonero Guardiola: addio Champions League, la decisione

Scritto da Staff CS  | 

Pep Guardiola e il Manchester City si dicono addio dopo il ko in Champions League: esonero in vista. Nonostante la stagione ad altissimi livelli, il tecnico spagnolo ha fallito in Champions League e l’addio sembra ormai scontato.

Manchester City, esonero Guardiola: addio Champions League, la decisione

L’esonero di Pep Guardiola dal Manchester City è tutt’altro che impossibile. Il tecnico spagnolo è sulla panchina dei Cityzens da 6 anni e ora potrebbe clamorosamente lasciare. Sta conducendo una stagione su altissimi livelli ma il suo futuro potrebbe essere lontano da Manchester.

Pep Guardiola è arrivato al capolinea della sua avventura al Manchester City. Il tecnico spagnolo è in bilico da più tempo, visto che non è riuscito a raggiungere l’obiettivo Champions League in questi anni di spese folli.

L’addio alla Champions League in semifinale contro il Real Madrid mette nei guai Pep Guardiola. Ora rischia sul serio l’esonero dal Manchester City.

Esonero Guardiola dal Manchester City: le ultime

Il futuro di Pep Guardiola al Manchester City potrebbe essere molto breve. Il tecnico spagnolo ha già annunciato che al termine del contratto lascerà i Cityzens. Ma non è da escludere che le strade si separeranno prima, con un clamoroso esonero.

Il Manchester City e Guardiola presto si separeranno a causa della Champions League. Il ciclo è finito in Inghilterra e non è mai esploso in Europa, come sottolineato anche dalla clamorosa sconfitta di questa sera contro il Real Madrid.

L’esonero di Guardiola avrebbe del clamoroso ma le ambizioni del Manchester City non sono state soddisfatte. L’ultima chance era la vittoria della Champions League che non è arrivata neppure quest’anno e ora il futuro è da scrivere.

Futuro Guardiola: lo aspetta la Spagna?

Dove allenerà Guardiola in caso di esonero dal Manchester City? Difficile immaginare possa accettare un’altra panchina di un club, dopo aver vissuto anni indimenticabili ma anche molto stancanti dal punto di vista mentale. E allora ecco che si aprono le porte della Spagna che dirà addio a Luis Enrique dopo il Mondiale in Qatar 2022.