UOMO AVVISATO, MEZZO SALVATO

PSG, Al-Khelaifi chiude il mercato e minaccia il sindaco di Parigi: "Siamo pronti a..."

Scritto da Staff CS  | 

Sono giorni particolarmente intensi per il presidente del PSG Nasser Al-Khelaifi. Immerso nel Mondiale in Qatar, terra d’origine per il numero uno del club francese, impegnato anche a livello internazionale come presidente dell’ECA, il massimo dirigente del Paris ha spento sul nascere le voci che vogliono i campioni di Francia destinati a essere protagoisti del mercato di gennaio.

PSG, Al-Khelaifi chiude il mercato: "La rosa è già competitiva"

In un’intervista concessa a 'L’Equipe', infatti, Al-Khelaifi ha anticipato che la rosa a disposizione di Christophe Galtier non subirà ulteriori ritocchi dopo le spese effettuate in estate: "Non credo che investiremo in nuovi acquisti a gennaio, non abbiamo in programma alcuna operazione in entrata perché bon abbiamo bisogno di alcun giocatore. Vogliamo mantenere la stessa squadra e andare avanti così, abbiamo trovato il giusto spirito e non vogliamo toccare certi equilibri".

Il PSG e la corte a Milan Skriniar

Pretattica o verità? Di sicuro al PSG non manca qualità in ogni reparto, eppure i risultati nella prima parte di stagione non sono stati completamente soddisfacenti, dal momento che al netto di una marcia quasi indisturbata in campionato il girone di Champions League, da anni primo obiettivo per società e tifosi, è stato chiuso al secondo posto alle spalle del Benfica e il sorteggio degli ottavi ha riservato al PSG la doppia sfida contro il Bayern Monaco. Il tutto senza dimenticare che lo stesso Galtier aveva fatto intuire la necessità di rinforzare la squadra soprattutto in difesa, dopo il mancato arrivo di Milan Skriniar, inseguito a lungo dal PSG in estate, ma alla fine rimasto all’Inter che ha ritenuto insufficienti le offerte presentate dai francesi.

PSG, il piano di Al-Khelaifi per lo stadio del futuro

Nell’intervista a 'L’Equipe' Al-Khelaifi è inoltre tornato a parlare del progetto di acquistare dal Comune di Parigi il Parco dei Principi, valutato 40 milioni, per poi avviare profondi lavori di ampliamento e rifacimento, mandando a tal proposito un messaggio molto chiaro al sindaco Anne Hidalgo: "Abbiamo formulato la nostra proposta, se non verrà accettata siamo pronti a lasciare la città".