IL RITORNO A "CASA"

Napoli, accoglienza super per Koulibaly. Il difensore: "Anche qui..."

Scritto da Andrea Sperti  | 

Kalidou Koulibaly, difensore centrale del Napoli, è tornato in Campania dopo la vittoria della Coppa D'Africa con il suo Senegal.

Il difensore è stato accolto da un entusiasmo travolgente e da una colonia senegalese, che ha festeggiato insieme a lui la prestigiosa e storica vittoria.

KOULIBALY IN NAZIONALE 

Nel 2011 viene convocato sia da Abdoulaye Sarr, allenatore della nazionale senegalese, per le qualificazioni alle Olimpiadi del 2012, sia da Erick Mombaerts per disputare il Torneo di Tolone 2011 con la nazionale francese Under-20. Il giocatore opta per la nazionale francese[43], con cui arriva fino alla finale, disputando tre delle cinque partite del torneo da titolare, compresa la finale persa contro la Colombia. Nell'estate del 2011 partecipa anche al campionato mondiale Under-20, giocando da titolare sei delle sette partite disputate dai francesi (saltando solo la gara degli ottavi di finale per squalifica), eliminati in semifinale dal Portogallo e sconfitti anche nella finale per il 3º posto dal Messico.

Nel settembre del 2015 risponde alla convocazione della nazionale senegalese per la sfida di qualificazione della Coppa d'Africa 2017 contro la Namibia. È convocato per la fase finale della Coppa d'Africa 2017.

Dopo avere contribuito a qualificare la squadra al campionato del mondo 2018, è convocato per la manifestazione giocata in Russia, in cui disputa tutte e tre le sfide della squadra, che è eliminata al primo turno.

È convocato per la Coppa d'Africa 2019, dove gioca tutte le partite dei suoi tranne la finale, dove è assente per squalifica.

Dal novembre 2019 per volere del CT Aliou Cissé diventa il nuovo Capitano dei Leoni della Teranga succedendo a Cheikhou Kouyaté.Ha indossato per la prima volta la fascia il 13 del mese stesso nella vittoria per 2-0 contro la Repubblica del Congo.Prende parte alla Coppa d'Africa 2021, trionfando in finale ai rigori il 6 Febbraio contro l'Egitto, siglando il proprio rigore, regalando così alla propria nazionale il primo trionfo nella competizione.