SUL PETTO

La figlia con il ciuccio in bocca: ecco il nuovo tatuaggio del terzino della Reggina

Scritto da Andrea Sperti  | 

Claud Adjapong, ex terzino del Lecce ora alla Reggina, ha postato su Instagram una stories del suo nuovo tatuaggio, ancora in fase di definizione.

Il calciatore ha deciso di tatuarsi la sua piccolina sul petto per portarla sempre con sè. Un tatuaggio dal grande significato, che testimonia il legame tra padre e figlia. 

LA CARRIERA DI ADJAPONG 

Cresce calcisticamente nella squadra della propria città, il Sassuolo, con cui gioca nel campionato Primavera dal 2014. L'11 marzo 2016, all'età di 17 anni e 10 mesi, esordisce in Serie A con i neroverdi, entrando in campo nei minuti finali della sfida persa 1-0 in casa della Juventus. Nel corso della stagione scende nuovamente in campo il 17 aprile, in occasione della sconfitta contro la Fiorentina.

Nella stagione 2016-2017 viene inserito in prima squadra e scende in campo alla prima giornata in occasione della vittoria emiliana per 1-0 contro il Palermo. Il 2 ottobre seguente esordisce da titolare in occasione della sconfitta per 4-3 subita a San Siro contro il Milan. Il 20 ottobre 2016 debutta anche in Europa League, nella gara della fase a gironi contro il Rapid Vienna. Il 22 dicembre 2016 segna il suo primo gol in Serie A, contro il Cagliari, divenendo il primo sassolese ad andare in gol in Serie A con la maglia neroverde; la partita viene persa dai neroverdi per 4-3. Aggregato alla Primavera per la finale del Torneo di Viareggio, realizza il primo gol della partita contro l'Empoli, terminata 2-2 e vinta dal Sassuolo ai tiri di rigore. Nel 2017-2018 ottiene 16 presenze in campionato, mentre nel 2018-2019 trova poco spazio in squadra, giocando solo 5 gare e realizzando un gol in Serie A, nel successo per 2-0 in trasferta contro la SPAL.

Il 21 agosto 2019 viene ceduto in prestito al neopromosso Hellas Verona; chiude la stagione con sole 5 presenze in Serie A.

Il 24 settembre 2020 viene ceduto in prestito al Lecce, in Serie B. Il 12 dicembre segna il primo gol con i salentini nel pareggio casalingo col Frosinone (2-2). Dopo aver collezionato 19 presenze e una rete in campionato, oltre a 2 presenze in Coppa Italia, il 30 gennaio 2021 esce dal terreno di gioco durante il secondo tempo della partita esterna contro il Pordenone, avendo riportato la rottura del tendine d'Achille del piede sinistro; l'infortunio lo costringe a terminare anzitempo la stagione.

Il 9 agosto 2021 passa in prestito alla Reggina.