IN FINALE

"Torniamo a giocarcela": l'attaccante della Juventus festeggia la finale

Scritto da Andrea Sperti  | 

Dusan Vlahovic, attaccante della Juventus, ha festeggiato sui social l'approdo in finale della sua squadra, che ha battuto ieri la vecchia compagine nella quale ha giocato fino a gennaio.

Il centravanti serbo ha disputato una buona sfida ma non è riuscito a timbrare il cartellino. Ecco di seguito il suo post:

VLAHOVIC ALLA FIORENTINA 

Nel giugno 2017, voluto dall'allora direttore sportivo dei viola Pantaleo Corvino, firma un contratto preliminare con la Fiorentina, che diviene ufficiale il 28 gennaio 2018, al compimento dei 18 anni d'età. L'acquisto si concretizza il 22 febbraio, ma per motivi burocratici il giocatore può scendere in campo solo dal luglio successivo. Inizialmente destinato alla squadra Primavera, con la formazione giovanile si aggiudica la Coppa Italia e il titolo di capocannoniere della stessa competizione, contribuendo peraltro con una doppietta al successo finale sul Torino. Il 25 settembre 2018, all'età di 18 anni, fa il suo debutto in maglia viola e in Serie A, in occasione di Inter-Fiorentina (2-1), diventando così il primo giocatore nato negli anni 2000 a scendere in campo con i toscani. Il 9 dicembre seguente, in occasione di Sassuolo-Fiorentina (3-3), disputata da titolare, diventa il primo giocatore nato negli anni 2000 a giocare dal primo minuto con la Viola.

Nella stagione seguente viene definitivamente inserito in prima squadra. Il 18 agosto 2019 debutta in Coppa Italia, decidendo con una doppietta da subentrato il turno preliminare contro il Monza (3-1). Il 10 novembre successivo mette a referto le prime marcature di sempre in campionato, realizzando un'altra doppietta nella sconfitta esterna contro il Cagliari (5-2). Chiude la stagione con 6 gol in campionato in 30 presenze.

Nella stagione 2020-2021 prende la maglia numero nove, e trova sempre maggior spazio da titolare, soprattutto dopo l'approdo di Cesare Prandelli alla guida dei fiorentini. Il 22 dicembre 2020 contribuisce con un suo gol al roboante successo a Torino sulla Juventus (0-3), che sancisce la prima vittoria dei Viola in casa dei bianconeri dopo 12 anni dall'ultimo precedente. Il 13 marzo 2021 realizza la sua prima tripletta in carriera (il quinto calciatore serbo a riuscirvi in Serie A), decidendo la gara di campionato contro il Benevento (1-4). Conclude l'annata con 21 reti totali (terzo serbo ad andare in doppia cifra in massima serie), ottenendo la salvezza (grazie anche ai suoi gol segnati negli scontri diretti) con la formazione toscana e vincendo, inoltre, il titolo di Miglior Under-23 della Serie A 2020-2021.

Inizia il 2021-2022 segnando una doppietta nella partita vinta contro il Cosenza (4-0), valida per il 1° turno di Coppa Italia. Il 28 agosto 2021 sigla, invece, la sua prima marcatura in campionato ai danni del Torino. Il 12 settembre realizza entrambe le reti che consentono alla Fiorentina di vincere in casa dell'Atalanta (1-2) mentre, il 30 ottobre seguente, è autore della sua seconda tripletta nel massimo campionato italiano ai danni dello Spezia (3-0). Punto fermo del nuovo allenatore Vincenzo Italiano, conclude la prima parte di stagione con 20 reti in 24 partite tra campionato e coppa.