EXTR SOCIAL

Juve, che settimana: tre colpi in chiusura per Allegri. Gli aggiornamenti

Scritto da Staff CS  | 

La settimana che porterà al raduno della Juventus, domenica, sarà la stessa che farà atterrare, a Torino, Paul Pogba e Angel Di Maria. I due fuoriclasse destinati a far decollare il mercato bianconero e le quotazioni della squadra nella corsa allo scudetto e alla Champions League stanno infatti per dire addio alle vacanze. Dietro l’angolo, dopo le visite mediche, c’è la nuova avventura sotto la Mole. Dopo le lungaggini legate allo sforzo dei legali che hanno lavorato sodo per mettere a punto tutte le clausole dei relativi contratti, ora è tutto pronto per accendere i riflettori sui due prossimi juventini in modo che Massimiliano Allegri possa iniziare nel migliore dei modi la nuova stagione.
 

Quasi pleonastico rimarcare che con l’ingresso in rosa di due calibri del genere il livello tecnico della formazione si alzerà in maniera significativa proprio nella zona del campo che nella scorsa stagione ha fatto registrare i maggiori problemi con scarsa creatività e povertà di idee per l’attacco, troppo spesso poco servito. Già, mediamente le palle gol si potevano contare sulle dita di una mano nella maggior parte delle partite. Ora, con questi due musicanti, il ritmo è destinato a cambiare nell’area di rigore avversaria con grande gaudio, in primis, di Dusan Vlahovic, l’ariete che non vede l’ora di avere palle giocabili tra i piedi nei dintorni del dischetto. Cresce dunque la temperatura del tifo bianconero che dopo due anni di digiuno, con lo scudetto finito sulle sponde opposte di Milano, è impaziente di riprendersi la leadership che per nove stagioni di fila ha visto la Juventus andare a un passo dalla nuova stella filante...

Ma c’è di più. Perché la società proverà a chiudere anche per Nicolò Zaniolo, che con la Roma ha di fatto deciso di dirsi arrivederci visto che non sono stati trovarti margini d’intesa per rinnovare il contratto, “pericolosamente” esteso sino a giugno del 2024. Le strade per arrivare al fantasista della Nazionale, difficile dargli un’etichetta più corretta di “tuttocampista” vista la sua duttilità che gli permette di esprimersi con profitto in tutti i ruoli di stampo offensivo, al momento hanno due tempistiche differenti. Per Zaniolo a Torino esistono due tragitti: autostrada e statale. Con la prima la Juventus riuscirebbe a mettere a disposizione di Allegri il giocatore già per il raduno di domenica, con la seconda, invece, il tecnico livornese dovrebbe invece pazientare ancora un po’. L’utilizzo o meno del Telepass dipenderà unicamente dal tipo di accordo che le società riusciranno a stipulare: il prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a una cifra pattuita, oppure lo scambio con il centrocampista brasiliano Arthur, che piace non poco a Mourinho, più conguaglio a favore del club capitolino.