CAOS

Cassano incredibile a due ex compagni di Maradona: “Restate scappati di casa!”. A Napoli è bufera

Scritto da Staff CS  | 

Nei giorni scorsi Antonio Cassano si è reso protagonista di un discorso non molto lusinghiero nei confronti dei giocatori del Napoli che, nel 1987 e nel 1990, sono diventati campioni d'Italia trascinati da Diego Armando Maradona: nel tentativo, forse, di lodare il fuoriclasse argentino, l'ex calciatore barese ha acceso il dibattito dichiarando che “Maradona ha vinto con una squadra di scappati di casa”. Ciro Ferrara, ex difensore del Napoli, gli ha già risposto attraverso i suoi profili social, mentre Beppe Quintaleincontrerà martedì sera alle Iene su Italia 1 gli altri protagonisti per capire cosa ne pensano.
 

Cassano sarebbe durato due giorni nello spogliatoio di quel Napoli"

Per Giuseppe Bruscolotti , capitano del Napoli all'epoca della vittoria: “Uno come Cassano sarebbe durato tre giorni nello spogliatoio del Napoli, la cosa importante era il rispetto fra tutti” . L'ex difensore Alessandro Renica dice: “Quella era una squadra formidabile. Credo che dei giocatori scarsi non possono mai poter vincere un campionato. Quello che ha detto Cassano è molto offensivo” . “Io, per portare alcuni giocatori di quel Napoli, ho fatto una fatica immane, erano i giocatori più richiesti”, afferma Pier Paolo Marino , ex dirigente generale del Napoli di quei tempi. Infine, le parole dell'ex attaccante Andrea Carnevale :“Era un Napoli fortissimo, una squadra di grandi campioni e di grandi uomini. Maradona era la ciliegina sulla torta. Mi dispiace molto che Cassano abbia detto cose insensate, lui in quella squadra non avrebbe potuto giocare”. Inoltre, interpellato anche Diego Armando Maradona Junior, allenatore del Napoli United, sulla vicenda risponde: “Mio padre si arrabbiava ferocemente contro chi parlava male dei suoi compagni”.

 

"Ferrara stia zitto: squadra mediocre, Diego ha fatto un miracolo"

L'inviato incontra successivo Antonio Cassano che dichiara: “Scappati di casa non è un'offesa, erano giocatori mediocri, scarsi, si può dire questo? È un'opinione mia. Era una squadra mediocre in cui ha fatto un miracolo Diego. Erano giocatori mediocri o scarsi, ho il diritto di pensare così".  Beppe Quintale gli suggerisce allora di fare un minimo di autocritica. Ma Cassano risponde: “Io ne dico di min***ate. Quando tante tante di Diego, alieno, extraterrestre . Giordano, fortissimo. Carnevale, buon giocatore. Gli altri erano mediocri o scarsi” . A questo punto l'inviato gli chiede un commento sul post di Ciro Ferrara e Cassano risponde:“Detto da lui è già abbastanza particolare, non parliamo di Freud! Per quanto riguarda il «taci» io sto zitto solo ed esclusivamente se me lo dicono i miei figli, e non Ciro Ferrara. Chi deve stare zitto è lui. Poi concludere. “Faccio un passo indietro, sono giocatori che mi piacciono meno di quelli che mi piacciono! E al Napoli che ha vinto lo scudetto con gli scappati di casa, chapeau!”