PUNITO

Nainggolan, la sigaretta in panchina costa cara. Scaricato dall'Anversa

Scritto da Staff CS  | 

La storia fra Radja Nainggolan e l’Anversa finisce qui: l’ex centrocampista di Cagliari, Roma e Inter non verrà reintegrato nell’organico del club belga. Il giocatore era stato sospeso dopo essere stato sorpreso a fumare in panchina, e prima di questo episodio si era reso protagonista anche di un altro fatto di cronaca che aveva incrinato il rapporto con la società. Radja era stato infatti arrestato perché trovato alla guida di un veicolo con la patente scaduta. Adesso, in concomitanza con lo stop del campionato per il Mondiale in Qatar, la dirigenza belga ha incontrato il giocatore e comunicato la decisione.

FUTURO A RISCHIO

Non c’è più posto per lui nella rosa della prima squadra, anche se in una breve nota ufficiale diffusa dalla società si legge anche “che il club collaborerà per un eventuale trasferimento”. Nainggolan aveva giocato l’ultima gara ufficiale a metà ottobre e adesso dovrà cercare una nuova sistemazione alla riapertura del mercato. Anche se, complici certi suoi comportamenti, non sarà semplice convincere una nuova società a dargli fiducia.