NELLA STORIA

Nella storia della Premier: li riconoscete?

Scritto da Andrea Sperti  | 

Alcuni calciatori di grande livello, come Vincent Company, Wayne Rooney e Patrick Vieira, sono stati selezionati per far parte della Hall of Fame della Premier League, entrando nella storia di questo glorioso campionato. Ecco il post dell'ex United, che ha voluto celebrare sui social il momento della premiazione:

ROONEY ALL'EVERTON

La prima stagione all'Everton (2002-2003) è ottima: da debuttante (16 anni) segna 6 gol in 33 partite, non partendo quasi mai da titolare. Il suo esordio con la maglia dell'Everton risale al 17 agosto 2002, nella partita contro il Tottenham Hotspur. Solo tre mesi prima aveva guidato la squadra juniores alla finale di FA Cup di categoria. Due mesi dopo l'esordio, il 2 ottobre, arriva il primo gol nella vittoria per 3-0 contro il Wrexham. l 19 ottobre Rooney segna con un tiro a girare da venticinque metri durante l'ultimo minuto della gara contro l'Arsenal, interrompendo così il record di 30 giornate senza sconfitte dei londinesi. Il secondo gol arriva nella sfida esterna di novembre contro il Leeds vinta 1-0. Come all'andata il 23 marzo 2003 segna contro l'Arsenal ma stavolta i londinesi riescono a vincere 2-1. Conclude la sua prima stagione con 33 partite e 6 gol.

La sua seconda stagione con l'Everton è caratterizzata da alti e bassi. Nel febbraio del 2004 arriva la sua prima doppietta con la maglia dell'Everton, nella sfida pareggiata 3-3 contro il Southampton. Alla fine colleziona 34 presenze e nove reti in campionato, riuscendo a disputare un'ottima seconda parte di stagione che favorirà il suo passaggio, negli ultimi giorni del mercato estivo, al Manchester United, per la cifra di circa 39 milioni di euro, firmando un contratto di sei anni. Ottiene quindi anche il posto in Nazionale e la convocazione al campionato Europeo disputato in Portogallo.