IN GIRO

Non si può non uscire con questo sole: la famiglia nerazzurra a spasso per Milano

Scritto da Andrea Sperti  | 

Lautaro Martinez, attaccante dell'Inter, è al centro di diverse trattative di mercato, con il Barcellona che sembra intenzionato a prelevarlo dai nerazzurri a fine stagione.

Intanto il centravanti argentino si gode la sua famiglia e lo splendido sole di Milano, in una giornata di riposo dagli impegni con la squadra.

Ecco di seguito il suo post:

LAUTARO ALL'INTER 

Il 4 luglio 2018 viene acquistato dall'Inter, con cui si lega fino al 30 giugno 2023 sulla base di circa 25 milioni di euro, bonus compresi. Nel suo contratto viene inserita una clausola rescissoria di 111 milioni. Esordisce in Serie A il 19 agosto seguente nella sconfitta esterna per 0-1 contro il Sassuolo. Il 29 settembre, invece, trova la prima rete con i nerazzurri nella vittoria casalinga per 2-0 sul Cagliari. Il 26 dicembre 2018, segna un gol nel finale che permette ai nerazzurri di superare di misura il Napoli. Durante la stagione, nonostante abbia un ruolo da comprimario, riesce a ritagliarsi spazio, assurgendo di settimana in settimana tra i migliori del suo ruolo: il 13 gennaio 2019, realizza una doppietta, la prima da quando è all'Inter all'esordio in Coppa Italia, nel tennistico 6-2 contro il Benevento, e in seguito risulta decisivo nella sfida di Europa League con il Rapid Vienna, trasformando un calcio di rigore nell'1-0 dell'andata dei sedicesimi di finale. Divenuto titolare a seguito dell'accantonamento per motivi personali del connazionale Mauro Icardi deciso da Luciano Spalletti, fornisce il proprio apporto (tramite anche una marcatura nel vittorioso derby meneghino del 17 marzo 2019) al raggiungimento del quarto posto in campionato e alla conseguente qualificazione in Champions League. Conclude la sua prima stagione in Italia con un bottino di 9 reti e 2 assist. 

L'anno successivo, con l'arrivo di Antonio Conte in panchina, forma la coppia d'attacco assieme al neoacquisto Romelu Lukaku dimostrando affiatamento e una buona intesa col belga. Andando a segno in quattro gare consecutive di Champions League, eguaglia il primato per un calciatore interista, malgrado le sue realizzazioni non siano sufficienti alla squadra per superare la fase a gironi. In campionato l'argentino è invece autore di 14 gol, contribuendo alla seconda piazza raggiunta dall'Inter, ad un punto dalla capolista Juventus. Con il terzo posto nel girone di Champions, i nerazzurri prendono parte all'Europa League: nella semifinale contro lo Šachtar, vinta per 5-0 dai nerazzurri, realizza un'altra doppietta; nell'atto conclusivo, l'Inter viene poi sconfitta dal Siviglia per 2-3. Alla fine del torneo europeo, viene inserito nella squadra della stagione.

Nel campionato 2020-2021, va a segno al debutto il 26 settembre 2020 contro la Fiorentina (4-3) ripetendosi nelle successive due gare contro Benevento (5-2) e Lazio (1-1). Il 3 gennaio 2021 sigla la sua prima tripletta in Serie A, nella vittoria interna per 6-2 contro il Crotone. Il 21 febbraio 2021, realizza la sua prima doppietta nel derby di campionato contro il Milan, vinto per 3-0. Con 17 gol in 38 partite, contribuisce in modo determinante alla vittoria del campionato da parte dell'Inter, conquistando il primo trofeo in carriera. Il 23 maggio, nel giorno della festa scudetto a San Siro contro l'Udinese, raggiunge quota 100 presenze in Serie A. In questa stagione, l'argentino e il belga Lukaku, risultano tra le coppie di attaccanti più prolifiche nei principali campionati europei.

La nuova stagione, che vede l'avvicendamento in panchina tra Conte e Simone Inzaghi, inizia nel migliore dei modi per l'argentino, che va a segno per cinque volte nelle prime sei partite di campionate giocate. Il 28 ottobre 2021 rinnova il suo contratto con il club nerazzurro fino al 2026. Il 17 dicembre successivo, andando a segno nella vittoria esterna contro la Salernitana per 5-0, realizza il 60º gol con l'Inter in tutte le competizioni. Il 12 gennaio 2022 vince il suo secondo trofeo con l'Inter, la Supercoppa italiana, segnando la rete del momentaneo pareggio nella vittoria per 2-1 contro la Juventus dopo i tempi supplementari. Dopo tale gara il giocatore è vittima di un digiuno realizzativo di 624', ovvero 8 presenze, tra campionato e coppe, che termina il 4 marzo seguente nel successo per 5-0 a San Siro contro la Salernitana, in cui realizza una tripletta. L'8 marzo, nella gara esterna contro il Liverpool, valida per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League, trova la prima rete stagionale nella medesima competizione, la quale decide la partita (0-1), ma risulta di fatto vana ai fini del passaggio del turno.