UNA MURAGLIA

"Meriti tutto e molto di più": ecco la dedica del suo ex compagno di squadra

Scritto da Andrea Sperti  | 

Andrea Barzagli, ex difensore della Juventus, ha voluto dedicare un lungo pensiero a Giorgio Chiellini, attraverso un post su Instagram, in vista dell'ultima partita che il difensore toscano giocherà con la maglia della Juventus. 

Ecco di seguito le sue parole ed il post: 

"È il giorno degli applausi, dei saluti e delle lacrime. Meriti tutto questo Giorgio, per la grande persona e per lo straordinario calciatore che sei.

Sei stato un vero leader oltre che un gladiatore e un eccezionale compagno di squadra. 

Sei già storia e leggenda della Juventus e della nazionale italiana. 

Sono felice di aver condiviso con te molti anni della mia carriera e sarà per me sempre motivo di orgoglio e di vanto poter dire di aver giocato con Giorgio Chiellini.

Oggi sarò allo stadio per renderti omaggio. Saremo tantissimi per applaudirti in maniera forte, fortissima...forse ancora più forte della tua esultanza da King Kong!". 

Andrea Barzagli (Fiesole, 8 maggio 1981) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore, assistente delle giovanili della nazionale italiana.

Nella sua carriera ha vinto un campionato di Bundesliga con il Wolfsburg (2008-09) e otto campionati consecutivi di Serie A con la Juventus (dal 2011-12 al 2018-19), club questo ultimo con cui ha conquistato anche un record di quattro Coppe Italia consecutive (dal 2014-15 al 2017-18) e quattro Supercoppe di Lega (2012, 2013, 2015 e 2018), disputando inoltre due finali di UEFA Champions League (2015 e 2017); nelle categorie minori vanta le vittorie di un campionato di Serie C1 (2001-02) e di una Supercoppa di Serie C (2002) con l'Ascoli oltreché un Campionato Nazionale Dilettanti (1998-99) con la Rondinella Impruneta.

Con la nazionale italiana è stato campione del mondo a Germania 2006, finalista all'europeo di Polonia-Ucraina 2012 e terzo classificato alla Confederations Cup di Brasile 2013; ha inoltre preso parte ai mondiali di Brasile 2014 e agli europei di Austria-Svizzera 2008 e Francia 2016. In ambito giovanile, con l'Italia olimpica è stato medaglia di bronzo ai Giochi di Atene 2004, mentre con l'Italia Under-21 si è laureato campione d'Europa a Germania 2004 e con Italia Under-20 ha trionfato all'edizione 2001-2002 del Torneo Quattro Nazioni.

Considerato tra i migliori difensori della sua generazione, a livello individuale è stato inserito per quattro volte (2012, 2013, 2014 e 2016) nella squadra dell'anno AIC.