CHAMPIONS LEAGUE

Esordio ai microfoni di Prime Video in Liverpool-Villareal. L'ex Campione del Mondo ringrazia sui social. Ecco il post

Scritto da Filippo Milanese  | 

Luca Toni, ex attaccante tra le altre di Verona e Roma, ha ormai appeso gli scarpini al chiodo da qualche anno. Ora il campione del Mondo del 2006 si dedica al giornalismo e infatti lo vediamo in televisione, nelle vesti di opinionista partecipare a varie trasmissioni calcistiche. Ieri sera nella partita di Champions League, Liverpool-Villareal , Toni ha fatto l'esordio come opinionista di Prime Video. Questa mattina, attraverso un post sul suo profilo Instagram con delle foto scattate a Liverpool, ha voluto ringraziare la casa detentrice dei diritti TV della competizione scrivendo: Splendida esperienza nella città dei Beatles !! Stadio da brividi compagnia super e partita fantastica!!! Grazie a @primevideosportit

Di seguito ecco il post: 

CHI E'?

Considerato uno dei migliori attaccanti italiani degli anni 2000 e 2010, è salito alla ribalta nazionale con il Palermo, con cui ha vinto un campionato di Serie B nella stagione 2003-2004 e il titolo di miglior marcatore del torneo cadetto di quell'anno. Nel 2005 si è trasferito alla Fiorentina, dove ha militato per due stagioni ed è diventato il primo giocatore italiano a vincere la Scarpa d'oro, ottenuto dopo il titolo di miglior marcatore di Serie A nel campionato 2005-2006. Nel 2007 è stato acquisito dal Bayern Monaco, con cui ha conquistato un campionato tedesco, una Coppa di Germania e una Coppa di Lega tedesca nella stagione 2007-2008, oltre a vincere un titolo di capocannoniere di Bundesliga (2007-2008) e di Coppa UEFA (2007-2008). Dopo alcune esperienze in Italia e all'estero, ha chiuso la carriera nel Verona,

Convocato in nazionale maggiore dal 2004 al 2009, ha partecipato a un'edizione del campionato mondiale (2006), del campionato europeo (2008) e della Confederations Cup (2009).

NAZIONALE 

Dopo aver condotto il Palermo al ritorno in Serie A, fu convocato in Nazionale da Marcello Lippi. Il 18 agosto 2004, a 27 anni, fece il suo esordio nella partita amichevole persa 2-0 contro l'Islanda a Reykjavík. Il successivo 4 settembre, nella partita contro la Norvegia valida per le qualificazioni mondiali, da subentrato segnò la rete della vittoria davanti al pubblico palermitano.

Il 7 settembre 2005, firmò una tripletta nell'incontro vinto per 4-1 contro la Bielorussia a Minsk: divenne, in tal modo, il primo calciatore della Fiorentina a segnare 3 reti in maglia azzurra. Prese parte come titolare alla vittoria del Mondiale 2006 , dove realizzò una doppietta contro l'Ucraina nei quarti di finale, mentre gli fu annullato un gol nella finale vinta ai rigori contro la Francia. Al pari di Materazzi, risultò capocannoniere della squadra azzurra con 2 reti realizzate durante la manifestazione.

Sotto la gestione del CT Roberto Donadoni contribuì alla qualificazione per l'Europeo 2008 con 5 reti nel girone eliminatorio, ma durante la fase finale, nella quale l'Italia fu eliminata ai quarti, non andò invece mai a segno. Il gol alla Grecia nell'amichevole del 19 novembre 2008 fermò il digiuno di reti, iniziato dopo la marcatura al Portogallo del 6 febbraio precedente.

Uscì infine dal giro della Nazionale dopo la sua partecipazione alla Confederations Cup 2009, malgrado la sua disponibilità a un possibile rientro. Chiuse la sua esperienza in Nazionale con 16 gol in 47 presenze.