NESSUNA CERTEZZA

Pioli: "Leao? Ecco cosa penso sul suo futuro"

Scritto da Andrea Sperti  | 

Quanto le piacerebbe preparare le sfide col Chelsea avendo Leao a disposizione e non contro? E' una delle domande poste a Stefano Pioli, allenatore del Milan che alla vigilia della sfida contro il Bologna - gara valida per la terza giornata di Serie A - ha risposto così: "Non ho nessun altro pensiero se non la gara di domani, poi quella successiva, il derby e la Champions. Leao deve continuare a migliorare e non sto pensando di allenarlo con l'idea che lo perderò, anche perché i suoi atteggiamenti vanno in tutt'altra direzione. Per quello che sto vedendo io, non vedo un ragazzo nervoso o preoccupato. Anzi. Si allena sempre con la stessa determinazione ed è giusto che pensi continuamente a migliorarsi perché deve salire di livello".

Originario di Almada nel distretto di Setúbal, è nato in una famiglia di origini angolane.

Caratteristiche tecniche 

Attaccante rapido, veloce e fisico. Abile nel gioco aereo, eccelle nel dribbling e nell'uno contro uno, oltre ad avere buona tecnica individuale. Può essere impiegato da prima o da seconda punta o da esterno d'attacco con la medesima efficacia, anche se egli stesso ha affermato di trovarsi più a suo agio sulla fascia sinistra. Ha dimostrato di essere un buon finalizzatore nell'uno contro uno con il portiere, nonché un ottimo uomo-assist. Per le sue caratteristiche è stato paragonato a Pierre-Emerick Aubameyang e Thierry Henry.