IL RITRATTO

A Marsiglia è una divinità: l'ex Napoli ha conquistato i suoi tifosi

Scritto da Andrea Sperti  | 

Arkadiusz Milik, ex attaccante del Napoli, a Marsiglia è diventato quasi una divinità, tanto da meritarsi un ritratto.

Il centravanti segna a ripetizione ed ormai è nel cuore dei tifosi francesi, che vorrebbero puntare su di lui anche nella prossima stagione.

Ecco intanto la foto che testimonia l'amore nei suoi confronti da parte dei suoi tifosi:

MILIK AL NAPOLI

Il 2 agosto 2016 viene acquistato a titolo definitivo dal Napoli per 32 milioni di euro più un milione di bonus. Sceglie la maglia nº 99. Il 21 agosto seguente fa il suo esordio con la maglia degli azzurri e in Serie A nella partita Pescara-Napoli (2-2), subentrando a Manolo Gabbiadini. Nella giornata successiva, il 27 agosto, trova i primi gol con il Napoli realizzando una doppietta nella vittoria interna contro il Milan (4-2). Sempre con una doppietta, il 13 settembre, esordisce in maglia azzurra in Champions League, decidendo la gara della fase a gironi contro la Dinamo Kiev (1-2). A seguito della rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro in nazionale, resta lontano dal terreno di gioco per quattro mesi, tornando in campo nel febbraio del 2017.

Agli inizi della sua seconda stagione in azzurro, il 23 settembre, durante la sfida in trasferta contro la SPAL, Milik si rompe di nuovo il legamento crociato anteriore, stavolta del ginocchio destro: operato il giorno seguente, rientra in campo solo sei mesi dopo, il 3 marzo 2018, nella sconfitta contro la Roma. L'8 aprile, dopo più di otto mesi, torna al gol nella partita vinta contro il Chievo, servendo peraltro l'assist ad Amadou Diawara per il gol vittoria.

Il 13 gennaio 2019, al suo terzo anno al Napoli, Milik porta a segno il suo primo gol in Coppa Italia, aprendo le marcature dell'incontro degli ottavi di finale Napoli-Sassuolo (2-0). Il 7 marzo seguente il polacco trova il suo primo centro in azzurro in Europa League nella vittoria casalinga contro il Salisburgo (3-0). Conclude l'annata come miglior marcatore stagionale dei partenopei.

Nel suo quarto anno in azzurro, segnato da numerosi problemi fisici, Milik sigla la sua prima tripletta europea nella vittoria di Champions League contro il Genk, (4-0).[21] Il 17 giugno 2020, nella finale di Coppa Italia contro la Juventus, terminata 0-0 dopo i tempi regolamentati, il polacco segna il rigore decisivo che consegna la vittoria del trofeo al Napoli: si tratta peraltro del primo titolo in carriera di Milik.

Nella stagione successiva, giunto in scadenza di contratto e dopo aver rifiutato diverse opportunità di trasferimento, è escluso dalla lista giocatori per il campionato, venendo di fatto relegato fuori rosa.