GRIFFATE

Autografo sulle scarpe: di chi è la firma?

Scritto da Andrea Sperti  | 

Giacomo Raspadori è il giocatore del momento, dato che ha segnato anche due gol con la Nazionale azzurra nella sfida contro la Turchia.

L'attaccante del Sassuolo è stato invitato da Adidas a firmare delle scarpe e ora è possibile acquistarle proprio con la sua firma.

Ecco di seguito la foto della quale parliamo sopra:

AL SASSUOLO

Inizia la sua esperienza calcistica assieme al fratello Enrico nel SCD Progresso Calcio 1919 di Castel Maggiore, una storica società dell'hinterland bolognese, che negli anni ha fornito diversi giocatori al calcio professionistico, come Stefano Chiodi, Franco Cresci, Massimo Loviso e Federico Ravaglia.

Nel 2009 viene notato dagli osservatori del Sassuolo durante il torneo giovanile Umberto Tassi, uno dei più importanti tornei giovanili della regione. Dopo aver superato un provino da sotto età inizia la sua carriera da professionista con il Sassuolo, facendo, sempre assieme al fratello Enrico, tutta la trafila delle giovanili. Mette subito in mostra le sue qualità nelle categorie giovanili, venendo spesso utilizzato con i giocatori di categoria superiore. A 14 anni ha rifiutato offerte provenienti da club importanti come Inter, Milan e Roma. Nella stagione 2017-18 entra nella squadra Primavera, giocando quasi tutte le partite da titolare con 9 gol e 6 assist in 27 presenze, tanto da conquistare la fiducia di Giuseppe Iachini, che lo aggrega al gruppo della prima squadra e lo convoca per la prima volta per la sfida di Serie A contro il Chievo del 4 marzo 2018. La giornata verrà poi rinviata per l'improvvisa morte, avvenuta nella notte precedente, del capitano della Fiorentina Davide Astori.

La stagione 2018-19 lo vede capitano e trascinatore della formazione Primavera, con 15 reti in 26 incontri, ed aggregato con continuità agli allenamenti della prima squadra anche dal neo tecnico Roberto De Zerbi, che lo fa debuttare tra i professionisti ed in Serie A il 26 maggio 2019, a 19 anni, impiegandolo nell'incontro dell'ultima giornata di campionato perso per 3-1 contro l'Atalanta a Reggio Emilia.

Nella stagione 2019-20 viene inserito in prima squadra e l'11 luglio 2020 gioca da titolare contro la Lazio e segna il suo primo gol in Serie A, che permette alla sua squadra di trovare il momentaneo pareggio; ne aveva già segnato uno nei primi minuti, poi annullato dopo consultazione al VAR; il Sassuolo vincerà la gara per 2-1. Va ancora a segno, poi, il 29 luglio nel successo per 5-0 contro il Genoa una manciata di secondi dopo aver rilevato Filip Đuričić, facendosi quasi tutto il campo palla al piede ed insaccando alle spalle di Perin per il momentaneo 4-0. Termina così la sua prima effettiva stagione in massima serie coi neroverdi, con un finale di stagione (atipico per via del COVID-19) in crescendo, e con un bottino di 2 reti in 11 presenze.

La stagione successiva Raspadori trova molto più spazio, come alternativa a Caputo da attaccante centrale. Il 3 aprile 2021, nella partita casalinga contro la Roma, indossa per la prima volta, a soli 21 anni, la fascia di capitano, segnando, nella stessa gara, la rete del 2-2 finale. Il successivo 21 aprile, subentrando dalla panchina, realizza la sua prima doppietta in carriera, ribaltando il risultato nella gara vinta 2-1 in trasferta contro il Milan a San Siro. Termina la stagione con 27 presenze e 6 gol in campionato.