L'INTERVISTA

L'ex Inter ammette: "Sarei potuto diventare come Messi e Ronaldo ma..."

Scritto da Andrea Sperti  | 

Wesley Sneijder, ex trequartista dell’Inter, ha rilasciato un’intervista a GianlucaDiMarzio.com, nella quale ha racconato i suoi programmi per il futuro: 

"Sarei potuto diventare come Messi o Ronaldo. Semplicemente, non ne avevo voglia. Mi sono goduto la vita, magari a cena bevevo un bicchiere. Leo e Cristiano sono diversi, hanno fatto tanti sacrifici. E a me va bene così: la mia carriera, nonostante ciò, è stata comunque strepitosa.

Negli ultimi mesi ho cominciato a lavorare con i giovani, mi diverto ad assisterli nella loro crescita. Nella vita, come nel calcio, però, tutto è possibile: dirigente, allenatore… può succedere qualsiasi cosa. Mi sono ritirato… per ora". 

Nella sua carriera ha vinto un campionato olandese, tre Supercoppe d'Olanda, due Coppe d'Olanda, un campionato spagnolo, una Supercoppa di Spagna, un campionato italiano, due Coppe Italia, una Supercoppa italiana, due campionati turchi, tre Supercoppe di Turchia e tre Coppe di Turchia nonché una UEFA Champions League e una Coppa del mondo per club FIFA.

A livello personale, è stato nominato calciatore olandese dell'anno nel 2004 ed è stato inserito nella squadra ideale del campionato d'Europa 2008; nel 2010 è stato nominato miglior centrocampista della Champions League e, nello stesso anno, è stato inserito nella Squadra d'oro de La Gazzetta dello Sport, nell'All-Star Team del campionato del mondo 2010, nel FIFPro World XI e nella Squadra dell'anno UEFA.

Nell'edizione 2021 è entrato a far parte della Hall of Fame dell'Inter.