IDOLO

Il 20 di nuovo sotto la Fiesole: lo riconoscete?

Scritto da Andrea Sperti  | 

Borja Valero, ex centrocampista della Fiorentina, ieri sera è tornato al Franchi di Firenze per assistere alla sfida di campionato tra viola e Roma. Il 20 è stato capitano della squadra toscana e non ha mai abbandonato la città, diventata ormai quella nella quale vuole vivere anche dopo aver appeso gli scarpini al chiodo.

Il 3 agosto 2012 passa alla Fiorentina per 7 milioni di euro, firmando un contratto quadriennale con opzione sul quinto. Esordisce in Serie A il 25 agosto in Fiorentina-Udinese 2-1 , e in pochissimo tempo diventa idolo del popolo viola, per il carisma, la qualità espressa, l'impegno profuso e la costanza di rendimento ad alti livelli Segna il suo primo gol in maglia viola l'11 novembre nella gara di campionato Milan-Fiorentina 1-3. Segna anche una rete contro l'Udinese valevole per i quarti di Coppa Italia. Al termine della stagione sarà uno dei giocatori della squadra dell'anno 2012-2013 dell'AIC.

Il suo primo gol nella stagione successiva arriva nella partita casalinga contro il Cagliari finita poi 1-1. Il primo gol in Europa con la maglia della Fiorentina arriva nella trasferta vinta per 1-2 sul campo del Pandurii nella fase a gironi dell'Europa League. Realizza la sua prima doppietta il 2 dicembre 2013, nella gara interna (vinta 4-3) contro l'Hellas Verona. Nella stessa stagione vince anche il Trofeo "Pallone Viola" 2013, assegnato al migliore calciatore della Fiorentina. Concluderà la stagione con 7 reti realizzate. Viene scelto dalla UEFA anche tra i migliori giocatori di tutta l'Europa League.

Il 15 luglio 2014 in conferenza stampa annuncia di aver rinnovato il contratto con la Fiorentina fino al 30 giugno 2019, dichiarando di voler restare a vita alla Fiorentina reputando un sogno poter vivere tutti i giorni a Firenze. Rimane uno dei punti cardine dello scacchiere di Montella, rendendosi autore di ottime prestazioni fino a raggiungere le semifinali di Europa League dopo la fase iniziale di stagione in cui la critica lo aveva giudicato al di sotto delle sue potenzialità. Come nell'edizione precedente, è presente nella squadra della stagione della UEFA Europa League.

Inizia la stagione 2015-2016 come titolare nella formazione del nuovo allenatore Paulo Sousa, segnando anche una rete nel 3-0 tra Fiorentina e Atalanta. Nel corso dell'autunno ha rinnovato la sua idea di voler chiudere la carriera in maglia viola.