AMICIZIA

Brasile, la commovente lettera di Bebeto a Romario: "Che Dio sia sempre al tuo fianco"

Scritto da Staff CS  | 

Oggi il calcio è in festa. Questo genio e stella del calcio sta festeggiando il compleanno.

Romario, non eri solo il miglior giocatore e la mio migliore compagno d'attacco, sei diventato un vero fratello, qualcuno che Dio ha messo nella mia vita per essere una famiglia.

Ci sono anni di convivenza, partnership, amicizia e tante, tante storie da raccontare. È stato al suo fianco che ho vissuto i momenti migliori della mia carriera di giocatore.

Buon compleanno fratello! Ti meriti tutto ciò che di più sacro in questa vita. Che Dio sia sempre al tuo fianco illuminando te e tutta la tua famiglia.

Ti voglio bene! ♥️

CHI SONO

  • Bebeto, pseudonimo di José Roberto Gama de Oliveira (Salvador, 16 febbraio 1964), è un politico, allenatore di calcio ed ex calciatore brasiliano, di ruolo attaccante.

Campione del Mondo con la Nazionale brasiliana nel 1994 e Calciatore sudamericano dell'anno nel 1989, è considerato uno dei più forti attaccanti brasiliani degli anni 1980 e 1990.

Suo figlio Mattheus Oliveira è anche lui un calciatore, di ruolo centrocampista.

Giocatore dotato di grandi doti realizzative, fisicamente brevilineo e poco potente, era in possesso di rapidità e capacità di smarcarsi negli spazi stretti, che gli permise di segnare un gran numero di reti. All'inizio della sua carriera, nelle giovanili, era impiegato come trequartista ed era simile, nello stile di gioco, a Zico: in seguito fu spostato nel ruolo di centravanti, in cui giocò per il resto della carriera. Era dotato di affinati mezzi tecnici, ed era anche molto veloce, viste la corporatura esile e la statura nella norma. In seguito al suo trasferimento in Europa migliorò dal punto di vista della continuità delle prestazioni e nella determinazione in campo. I suoi principali limiti erano la fragilità fisica e alcune debolezze caratteriali.

  • Romário de Souza Faria, meglio noto solo come Romário (Rio de Janeiro, 29 gennaio 1966), è un politico, dirigente sportivo ed ex calciatore brasiliano, di ruolo attaccante.

Considerato uno dei migliori giocatori sudamericani di tutti i tempi, è stato campione del mondo con la sua nazionale nel 1994 e ha vinto due volte la Coppa America, nel 1989 e nel 1997. A livello individuale si è aggiudicato il titolo di miglior giocatore del campionato del mondo del 1994, anno in cui è stato eletto anche FIFA World Player of the Year; nel 2000 ha vinto il premio di Calciatore sudamericano dell'anno. È nel ristretto novero dei giocatori capaci di laurearsi capocannonieri in tre diversi paesi. Con 764 gol in partite ufficiali è il quarto miglior marcatore della storia, alle spalle di Josef Bican, Cristiano Ronaldo e Lionel Messi. Dal 2 febbraio 2021 è vicepresidente del Senato brasiliano. Attaccante prolifico e tecnicamente dotato, ambidestro, rapido e specializzato nelle finte di corpo, era molto pericoloso nei pressi dell'area avversaria e letale nei pressi della porta. Era soprannominato Baixinho ("Piccoletto") in virtù della sua statura ridotta.