LO SHOW SI RIPETE

Pio e Amedeo: altro show in pochi giorni con un ex calciatore. Ecco chi è

Scritto da Filippo Milanese  | 

Pio e Amedeo sono, senza ombra di dubbio, una delle coppie più comiche italiane. I due in questi giorni si trovano a Dubai per registrare alcuni spot simpatici per un nuovo brand, che vengono svelati in parte sui social. 

Ad esempio oggi, l'ex calciatore di Juve e Palermo, Amauri, ha postato su Instagram un video in cui ci sono Pio e Amedeo che fanno finta di chiedergli l'autografo, con la scusa di fargli pagare il conto di quello che avevano consumato poco prima. L'ex Parma ha voluto poi commentare scherzosamente il video così: 

Sono arrivato ieri a Dubai ed  è già successo di tutto, tipo Pio e Amedeo che mi chiedono un "finto" autografo..

AMAURI AL PALERMO

Il 31 agosto 2006 viene acquistato dal Palermo nell'ultimo giorno della campagna dei trasferimenti del 2006 per 8,75 milioni di euro più il cartellino di Denis Godeas; con la società rosanero stipula un contratto da 1,2 milioni di euro di ingaggio a stagione. Nella prima parte della stagione gioca come attaccante di peso della squadra rosanero, che, anche grazie ai suoi gol, arriva in testa alla classifica. Il 23 dicembre, durante la partita Siena-Palermo, in uno scontro con il portiere austriaco Manninger si procura un trauma distorsivo al ginocchio destro con rottura parziale del legamento crociato posteriore e stiramento del collaterale mediale. La sua assenza contribuisce in negativo alla mancata qualificazione del Palermo alla Champions League: la squadra termina la stagione al 5º posto dopo aver perso tutti i punti di vantaggio (erano arrivati a dieci) proprio sulla quinta posizione.

Nell'agosto del 2007 l'infortunio è completamente assorbito e torna a giocare con i rosanero, confermandosi ai livelli positivi della stagione precedente, prima dello stop. Dopo la vittoria esterna per 1-3 contro l'Atalanta del 16 dicembre l'allenatore Guidolin lo elogia accostandolo a Drogba. L'11 maggio 2008 disputa l'ultima partita con la maglia del Palermo, persa per 2-0 contro la Sampdoria, da capitano, per la contemporanea assenza dal campo di Barzagli e del suo vice Zaccardo. Chiude la sua esperienza palermitana, in cui è stato molto apprezzato dalla tifoseria, con 23 gol in due campionati di Serie A ed una qualificazione in Coppa UEFA.  Il 29 maggio 2008 viene premiato come "Miglior calciatore" ai Golden Goal del calcio 2007-2008, dedicando il premio al Palermo.