EXTRA SOCIAL

Ripescaggio Italia, altra beffa: gli azzurri potrebbero non essere la prima scelta

Scritto da Staff CS  | 

Anche in caso di ripescaggio per i prossimi Mondiali in Qatar, l’Italia potrebbe concretamente non essere la prima scelta: scopriamo per quali motivi la speranza di riammissione degli azzurri è sempre più vana.

È ancora molta, troppa la delusione di tutta l’Italia calcistica per l’ennesima mancata qualificazione ad un Mondiale di calcio della nazionale azzurra, che a questo giro, dopo l’esclusione contro la Svezia del 2017, si è piegata al primo turno dei playoff contro la modestissima Macedonia del Nord. Nonostante ciò, Roberto Mancini ha deciso di proseguire la sua avventura sulla panchina della Nazionale, e ad oggi ha l’arduo obiettivo di ricostruire una squadra con il morale a terra.

La prossima occasione di rialzare almeno in parte la testa per l’Italia sarà nel prossimo mese di giugno, nel quale gli azzurri dovranno affrontare quattro importanti match validi per la Nations League contro grandi rappresentative del calibro di Germania e Inghilterra. Però il dolore per l’esclusione da Qatar 2022 è ancora troppo grande e presente nelle menti dei tifosi dell’Italia, con molti di essi che avrebbero ancora accesa la speranza di un possibile ripescaggio della Nazionale al torneo, anche se ad oggi questo possibile scenario sembra sempre più complicato.

Qatar 2022, Italia verso l’addio al ripescaggio: la FIFA ha le idee chiare

Come avvenuto in occasione della scorsa esclusione dai Mondiali di Russia, anche in questo caso sta impazzando il “Toto ripescaggio“, argomento principe delle ultime due settimane calcistiche nel Bel paese. A far tenere banco a questa possibilità vi sono i precedenti: infatti più di una volta FIFA e UEFA hanno dovuto optare per questa soluzione, con il caso più eclatante che è quello della Danimarca a Euro 1992, edizione nella quale la selezione nordica fu ripescata al posto della Jugoslavia per cause belliche, riuscendo anche ad ottenere il clamoroso trionfo finale.

Però, volendo essere obiettivi, ad oggi le possibilità di una riammissione dell’Italia a Qatar 2022 sono molto esigue, in quanto per forza di cose una federazione già ammessa al Mondiale dovrebbe essere esclusa dal torneo, e anche in caso di espulsione, la selezione riammessa dovrà necessariamente trattarsi di una squadra facente parte dello stesso continente dell’esclusa. Anche il “caso Iran“, che tanto ha tenuto banco nelle settimane scorse, proprio per il motivo appena esplicato è quindi da escludere.

La FIFA inoltre, come riportato nel proprio regolamento, non ha dei parametri precisi per la decisione sulla squadra da riammettere, con l’organo internazionale che quindi avrà totale libertà di scelta, e all’Italia, seppur l’alto posizionamento nel ranking, potrebbe essere preferita una Nazionale che quantomeno è approdata nelle finali playoff. Per Mancini è quindi decisamente meglio concentrarsi sui prossimi impegni degli azzurri, che ora hanno la necessità quanto prima di ritornare grandi.