CHE RITRATTO

Parma, un calciatore mostra il suo tatuaggio: sulla sua schiena Gesù, la Madonna e... Benedetta

Scritto da Andrea Sperti  | 

Gennaro Tutino, attaccante del Parma, ha deciso di coprirsi tutte la spalla con un tatuaggio dedicato a Gesù, alla Madonna ed a Benedetta, l'amore della sua vita.

L'ex Cosenza ha fatto un gesto importante ed a lavoro ultimato ha subito pubblicato una Instagram Stories per farlo vedere anche ai suoi tanti follower.

TUTINO E LA SUA CARRIERA 

Tutino ha iniziato la sua carriera nel sistema giovanile del Napoli ed è diventato il capitano della Primavera, con la quale ha raggiunto la finale di Coppa Italia Primavera 2013, per poi perdere contro i rivali della Juventus. Con la formazione Azzurra ha anche siglato 5 gol in Youth League nel girone con Borussia Dortmund , Olimpique Marsiglia e Arsenal.

Il 22 luglio 2014 ha firmato con il L.R. Vicenza il prestito dal Napoli per la stagione 2014-15. Tuttavia, dopo un periodo negativo a Vicenza, a causa del fatto che fu escluso per cinque mesi a causa di un infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio destro, il 26 gennaio 2015, fu nuovamente mandato in prestito a Gubbio per la seconda metà della stagione 2014-15.

Il 15 luglio 2015 sia Tutino che il suo compagno di squadra del Napoli, Roberto Insigne, sono stati mandati in prestito ad Avellino con un'opzione di acquisto.

Il 28 gennaio 2016, Tutino e l'altro compagno di squadra del Napoli, Jacopo Dezi, sono stati mandati in prestito a Bari con un'opzione di acquisto per la seconda metà della stagione 2015-2016.

Il 30 luglio 2016 è stato mandato in prestito alla Carrarese per la stagione 2016-17. L’11 dicembre del 2016 riporta la frattura del secondo e terzo metatarso , infortunio che lo terrà lontano dal campo fino ad aprile 2017. Al rientro risulterà decisivo nell’ultima partita dei play out contro la Lupa Roma in casa, dove siglerà il gol del definitivo 1-0.

Nel luglio 2017 è stato mandato in prestito al Cosenza. Con i calabresi ha segnato 12 gol in stagione, 4 ai play-off, contribuendo in maniera importante alla vittoria di questi e al raggiungimento della Serie B dopo 15 anni della società Bruzia.

Il 21 luglio 2018, Tutino si è unito in Serie B al Carpi in prestito fino al 30 giugno 2019. Il 3 agosto 2018 il prestito è stato terminato e a Tutino gli fu permesso di tornare a Cosenza in prestito, citando motivi familiari. Con i calabresi ha segnato 10 reti contribuendo alla salvezza del club. È suo il gol premiato dalla Lega B come il più bello della stagione: il 1º maggio 2019 Cosenza-Venezia (1-1) scaraventa la palla in porta con una rovesciata su assist del suo compagno Luca Palmiero. Al 2020 è al nono posto nella classifica all-time dei marcatori del Cosenza Calcio.

Il 9 agosto 2019 è passato in prestito al Verona, con cui ha esordito in Serie A il 25 agosto successivo, in occasione del match interno pareggiato 1-1 contro il Bologna. Gioca altre 5 gare con gli scaligeri (con cui ha disputato anche una gara in Coppa Italia), concludendo la sua esperienza il 10 gennaio 2020, giorno in cui passa in prestito all'Empoli. Debutta con i toscani il 18 gennaio in occasione della sconfitta contro la Juve Stabia per 1-0. Sei giorni dopo realizza la sua prima rete con la maglia azzurra, in occasione dell'1-1 interno contro il Chievo. Realizza sempre contro il Chievo il gol del 1-1 al Bentegodi al turno preliminare dei playoff di Serie B.

Concluso il prestito ai toscani, Tutino il 25 settembre 2020 passa alla Salernitana con la formula del prestito con diritto di opzione ed obbligo di riscatto a determinate condizioni. Cinque giorni dopo segna il primo gol con i campani in occasione del successo casalingo sul Südtirol (3-0) valido per il secondo turno di Coppa Italia. Il 3 ottobre successivo segna il primo gol anche nel campionato di Serie B, siglando il gol del momentaneo pareggio in casa del Chievo, nella gara vinta poi per 2-1. Il 17 ottobre seguente, alla terza giornata di campionato, nella vittoria per 4-1 contro il Pisa, segna la sua prima doppietta in maglia granata e confeziona anche un assist per uno dei due gol di Kupsiz.

Conclude la stagione con all'attivo 13 gol (migliore marcatore stagionale), l'ultimo dei quali segnato in occasione della vittoria per 3-0 sul campo del Pescara, che sancisce la storica promozione in Serie A dei granata dopo 22 anni.

Il 13 agosto 2021 viene ceduto in prestito con obbligo di riscatto al Parma. Segna subito al debutto in campionato con gli emiliani il 20 agosto successivo, nella partita in casa del Frosinone.