OBIETTIVO RAGGIUNTO

Juventus, la Serie A celebra Dybala: ecco il traguardo del campione argentino

Scritto da Andrea Sperti  | 

Paulo Dybala, attaccante argentino ex Palermo, ieri ha festeggiato le sue 200 presenze in Serie A con la maglia della Juventus nella sfida di Bergamo tra bianconeri ed Atalanta.

L'argentino sembra tornato ai suoi livelli e nella sfida di ieri sera ha confezionato un assist al bacio per Danilo, con il brasiliano che ha impattato di testa e pareggiato i conti nel match contro gli orobici. 

Ecco il post dedicato a Dybala da parte della Serie A: 

DYBALA ALLA JUVENTUS 

Nel giugno 2015 diviene un calciatore della Juventus, per la cifra di 32 milioni di euro più 8 milioni di possibili bonus, firmando un contratto quinquennale. L'8 agosto esordisce con la maglia bianconera in Supercoppa italiana, segnando la seconda rete nel 2-0 con cui i bianconeri battono la Lazio, aggiudicandosi il suo primo titolo con il club torinese. Il 30 agosto segna la sua prima rete in campionato con i piemontesi nella sconfitta per 2-1 sul campo della Roma. Il 15 settembre fa il proprio esordio nelle coppe europee, durante la vittoriosa trasferta sul campo del Manchester City (1-2). Dopo un inizio di stagione difficile, in cui viene spesso poco impiegato, diviene ben presto titolare, fornendo ottime prestazioni e segnando diversi gol. Il 16 dicembre si sblocca anche in Coppa Italia, andando in rete nel derby degli ottavi di finale contro il Torino (terminato 4-0 in favore della sua squadra). Il 23 febbraio 2016, contro il Bayern Monaco, realizza il primo gol in Champions League, nel match valido per l'andata degli ottavi di finale (terminato 2-2). Al termine della stagione vince lo scudetto (il primo nella sua carriera) e la Coppa Italia in finale contro il Milan (vittoria dei bianconeri per 1-0 ai tempi supplementari).

Nell'annata successiva si conferma punto di forza dell'undici torinese, pur saltando molte gare nella prima parte di stagione a causa di un infortunio avvenuto il 22 ottobre, nella gara persa in casa del Milan per 1-0. Il 23 dicembre a Doha fallisce il calcio di rigore decisivo in Supercoppa italiana sempre contro i rossoneri (la gara era terminata 1-1 al termine dei tempi supplementari), certificando la sconfitta bianconera. Il 28 febbraio 2017 arriva la sua prima doppietta in Coppa Italia nella sfida casalinga contro il Napoli (vinta 3-1), valida per la semifinale di andata, in cui segna entrambe le reti su calcio di rigore. L'11 aprile segna la sua prima doppietta in Champions League contro il Barcellona, nella vittoria casalinga per 3-0, valida per l'andata dei quarti di finale. Il 17 maggio mette in bacheca la Coppa Italia, primo trofeo stagionale nonché secondo consecutivo per l'attaccante argentino; quattro giorni dopo realizza uno dei tre gol della vittoria di campionato contro il Crotone che consegna alla Juventus il suo sesto scudetto consecutivo (il secondo per Dybala). Il 3 giugno a Cardiff gioca la sua prima finale di Champions League, che vede i bianconeri nuovamente sconfitti 1-4 dal Real Madrid.

All'inizio della sua terza stagione a Torino, stante la cessione di Pogba, viene nominato nuovo numero dieci del club. Il 13 agosto segna una doppietta nella partita di Supercoppa italiana persa 3-2 contro la Lazio. Il 26 dello stesso mese realizza la sua terza tripletta in carriera nella vittoriosa trasferta in casa del Genoa (2-4); replica l'exploit il successivo 17 settembre, in occasione della vittoria bianconera in casa del Sassuolo (3-1), gara quest'ultima che lo vede inoltre tagliare il traguardo delle 100 presenze in maglia juventina. Il 7 marzo 2018 torna a segnare in Champions League dopo quasi 11 mesi di astinenza, realizzando il gol-vittoria in casa del Tottenham (successo dei torinesi per 2-1), match di ritorno degli ottavi di finale, che permette ai bianconeri di qualificarsi al turno successivo, in cui verrà eliminata dal Real Madrid. Realizza la terza tripletta stagionale nella vittoria per 4-2 contro il Benevento. A fine stagione Dybala conquista il terzo double nazionale consecutivo risultando il miglior marcatore della stagione dei bianconeri con 22 marcature in Serie A, con la vittoria della Coppa Italia (successo per 4-0 in finale contro il Milan) e dello scudetto (matematicamente ottenuto con una giornata d'anticipo), il settimo di fila per il club bianconero e il terzo per Dybala.

Alla sua quarta stagione a Torino, il 2 ottobre 2018, segna la sua prima tripletta in Champions League, in casa contro gli svizzeri dello Young Boys (3-0). Il 27 ottobre successivo scende in campo per la prima volta come capitano dei bianconeri, in occasione della vittoriosa trasferta di campionato contro l'Empoli (2-1). Il 16 gennaio 2019 si aggiudica la sua seconda Supercoppa italiana, a Gedda, dopo il successo sul Milan per 1-0. Il 16 aprile indossa per la prima volta la fascia di capitano in UEFA Champions League, in occasione della sfida di ritorno dei quarti di finale, in casa contro l'Ajax. Quattro giorni dopo vince il suo quarto scudetto di fila con i bianconeri.

Nel dicembre 2019 realizza l'unico gol juventino nella partita di Supercoppa italiana persa per 3-1 a Riad contro la Lazio, diventando il miglior marcatore della competizione. La sua quinta stagione sportiva juventina deve però fare presto i conti con la dilagante pandemia di COVID-19, che tra marzo e aprile porta la FIGC, dapprima, a disporre la disputa a porte chiuse di tutte le gare: la vittoria nel big match di Torino contro l'Inter, oltre a legittimare la prima posizione bianconera, in cui Dybala era andato a segno, è anche una delle ultime partite giocate in Italia prima della sospensione sine die ai campionati, a seguito del sopraggiunto lockdown nazionale. Nel marzo 2020 Dybala era risultato anche positivo al SARS-CoV-2. Al ritorno in campo, dopo oltre tre mesi di sospensione forzata, perde ai tiri di rigore la finale di Coppa Italia contro il Napoli, ma ciò nonostante, alla ripresa del campionato è proprio la Juventus quella che, tra le formazioni di vertice, compie un immediato e a posteriori decisivo allungo sulle dirette rivali; Dybala va sempre a segno nelle tornate conclusive e, pur incappando a sua volta in dei passi falsi, i bianconeri riconfermano de facto lo Scudetto sulle maglie grazie soprattutto all'esito degli scontri diretti allo Stadium contro bergamaschi e laziali. Il 26 dello stesso mese, grazie al successo casalingo per 2-0 sulla Sampdoria, i piemontesi si aggiudicano lo Scudetto con due turni di anticipo, il 36º della loro storia e il quinto scudetto consecutivo per Dybala con i bianconeri.

Il 12 maggio 2021, in occasione della vittoria per 1-3 contro il Sassuolo, segna la rete numero 100 con la maglia bianconera in tutte le competizioni, cui nella stessa partita anche il compagno di squadra Cristiano Ronaldo aveva tagliato il traguardo delle 100 reti con la Vecchia Signora.

Nella stagione 2021-2022 Dybala diventa una delle voci più autorevoli dello spogliatoio e gli vengono ufficialmente affidati i gradi di vicecapitano della Juventus, di cui verrà successivamente definito il “salvagente” della sua squadra. Il 2 novembre 2021 segna una doppietta nella gara di UEFA Champions League contro lo Zenit San Pietroburgo, terminata 4-2, superando le reti di Michel Platini realizzate con la squadra piemontese (105).