IL CASO

Pazzesco, un ex giocatore di Premier paga il mutuo per una casa che si è dimenticato di possedere

Scritto da Staff CS  | 

L'ex ala del Liverpool Jermaine Pennant ha rivelato di aver sprecato 10 milioni di sterline a causa di uno stile di vita sontuoso che lo ha costretto a dichiarare bancarotta. L'ex calciatore ha sperperato tutti i suoi guadagni a causa di ingenti debiti nei confronti di una serie di creditori, per una cifra intorno a un milione di sterline (oltre un milione di euro). L'ex giocatore, che ha militato anche in diverse altre squadre inglesi di prestigio come Arsenal, Portsmouth e Leeds United, possedeva una serie di automobili di prestigio come Ferrari e Aston Martin e ha raccontato in un'intervista al 'The Sun' di aver sperperato oltre 25mila euro in un bar di Las Vegas.

Pennant e l'abitazione nel Cheshire...

Pennant, che ora vive con la fidanzata attrice Jess Impiazzi nel Surrey, contea a sud-est di Londra, ha spiegato come ha perso la sua fortuna: "Ho comprato case ma non ho mai parlato direttamente con un agente immobiliare e avevo mutui di cui non ero a conoscenza. Ho ricevuto cattivi consigli", ha dichiarato. Uno di questi lo ha pagato per anni dal 2006, quando Pennant aveva investito quasi 1,5 milioni di euro in una villa con sei camere da letto nel Cheshire (nord-ovest inglese), di cui ha poi dimenticato l'esistenza una volta trasferitosi dal Liverpool al Saragozza tre anni dopo. Ha lasciato la casa vuota ma, a sua insaputa, stava ancora pagando il mutuo. La proprietà abbandonata è stata poi violata da una banda di droga ed è andata distrutta un anno fa per un incendio doloso. Lo stesso Pennant ha però ammesso che c'è un motivo per il quale aveva dimenticato di essere il proprietario di un immobile: l'ex giocatore ha infatti affermato che la sua dimenticanza è dovuta a una diagnosi di disturbo da deficit di attenzione e iperattività e disturbo post traumatico da stress, diagnosi entrambe legate a traumi infantili. Un mix deleterio che lo ha portato a compiere una serie di scelte di vita sbagliate.