SFOGO SOCIAL

L'ex Lecce indignato: "Accetto tutto, non l'augurio di morte o cancro"

Scritto da Andrea Sperti  | 

Lorenzo Venuti, ex difensore del Lecce ora alla Fiorentina, si è lasciato andare ad un duro sfogo su Instagram dopo la sfida di ieri. Ecco di seguito le sue parole:

"Non me ne frega niente delle critiche mosse verso il calciatore, anzi sono aperto a farne tesoro per migliorare, ma quando si muovono insulti inerenti alla morte, a tumori e cancri NON CI STO. Perché forse non sapete (tu e i tuoi amici che ridevano e sghignazzavano) cosa significa combattere contro un cancro, perché forse non sapete ciò che si vede dentro i reparti di oncologia, anzi ne sono certo, NON LO SAPETE. Insulti razzisti e territoriali sono la ciliegina sulla torta che qualificano la persona che siete. Non voglio fare vittimismo di tutta questa storia, vorrei solo che prima di cominciare a scrivere da dietro una tastiera vi fermaste un momento a pensare e valutare se ne vale davvero la pena".

Il 3 luglio 2017 rinnova il contratto con la Fiorentina fino al 30 giugno 2021[4]; il successivo 7 luglio viene confermato il prestito alla squadra campana. Il 20 agosto 2017 fa il suo esordio in Serie A a Marassi nella trasferta persa dai sanniti per 2-1 contro la Sampdoria. Termina la sua prima stagione nel massimo campionato con 31 presenze all'attivo e fa ritorno alla Fiorentina per fine prestito.

Nell'agosto 2018 si trasferisce in prestito al Lecce; segna 3 gol (i primi nella sua carriera, il primo di questi nell'1-0 contro il Crotone) in 31 partite di campionato, contribuendo al secondo posto in classifica dei giallorossi, che vengono promossi in Serie A.

A fine stagione torna alla Fiorentina, con cui debutta in Coppa Italia nel successo per 3-1 col Monza. Il 18 ottobre 2019 rinnova il suo contratto coi viola fino al 2024. Il 29 ottobre 2020 sigla il suo primo gol con la maglia dei viola, nella vittoria di Coppa Italia per 2-1 contro il Padova. Si ripete, sempre in Coppa Italia, nel trionfo 2-5 dei gigliati sul Napoli.