INSIEME

Perin e moglie a cena: ecco perché

Scritto da Andrea Sperti  | 

Mattia Perin e sua moglie ieri hanno partecipato ad una cena di beneficenza. Il portiere bianconero ha spiegato anche come fare per essere protagonisti di questa splendida iniziativa. Ecco di seguito le sue parole:

“Ieri sera siamo stati alla cena di beneficenza organizzata da neurolandonlus e siamonettare che si sono impegnati a trovare fondi per la neurochirurgia pediatrica dell’ospedale Regina Margherita di Torino. Per chi volesse rendersi partecipe di questa meravigliosa iniziativa può trovare il link in Bio! Un piccolo aiuto può fare una grande differenza”.

Il 1º luglio 2013, terminato il prestito al Pescara, fa ritorno al Genoa in Serie A, che punta su di lui come titolare. Fa il suo esordio stagionale il 17 agosto contro lo Spezia in Coppa Italia, mentre in campionato esordisce il 25 agosto successivo, nella trasferta di Milano contro l'Inter. Ottiene 37 presenze in campionato a fine stagione.

Il 24 settembre 2014, in occasione della gara in trasferta contro il Verona, vista l'assenza di Luca Antonelli, è entrato in campo indossando la fascia di capitano della società ligure. Il 28 settembre, in occasione del 109º derby della Lanterna, raggiunge le 100 presenze tra i professionisti. Il 15 marzo 2015 viene premiato dall'Associazione Italiana Preparatori Portieri come miglior portiere nei campionati di Serie A, B e Primavera per la stagione 2013/14. Il 6 giugno 2015, in seguito a un infortunio risalente alla partita del 22 marzo contro l'Inter, viene operato alla spalla destra, restando lontano dai campi per quattro mesi.

Torna in campo il 18 ottobre 2015, all'ottava giornata di campionato, nella partita vinta 3-2 contro il Chievo. Si rende protagonista di un'altra ottima stagione, fino a quando il 9 aprile 2016 si procura la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro in uno scontro di gioco con il compagno di squadra Muñoz, nella partita di campionato contro il Sassuolo disputata al Mapei Stadium. L'intervento subìto quattro giorni più tardi lo costringe a chiudere anzitempo la stagione, con una prognosi di sei mesi per il recupero agonistico.

Torna in campo la stagione successiva, il 18 settembre 2016, alla 4ª giornata di campionato proprio contro il Sassuolo, al Mapei Stadium, il campo su cui si era infortunato. Il 21 settembre raggiunge le 100 presenze in Serie A con la maglia rossoblù nella partita contro il Napoli, conclusa 0-0. Alcuni mesi dopo, l'8 gennaio 2017, è vittima dello stesso genere di infortunio, questa volta al ginocchio sinistro.

Nella stagione 2017-2018 diventa il capitano del Genoa, vista la partenza di Nicolás Burdisso. Superato l'ennesimo infortunio torna in campo il 13 agosto 2017, nella partita del terzo turno di Coppa Italia contro il Cesena. Chiude la stagione con 38 presenze e 43 gol subiti, riuscendo a terminare 12 partite a reti inviolate.