CAMPIONE D'ITALIA

Dal campo alla panchina: l'ex difensore vince il suo primo titolo da allenatore

Scritto da Andrea Sperti  | 

Christian Chivu, ex difensore dell'Inter, ora è l'allenatore della Formazione Primavera nerazzurra e ieri ha vinto il campionato Primavera 1 nella finale contro la Roma. I nerazzurri hanno segnato il gol decisivo nei tempi supplementari e poi difeso con le unghie e con i denti quel vantaggio. 

All'inizio della stagione 2012-2013, in scadenza di contratto, firma un rinnovo biennale con opzione per il terzo anno, riducendosi l'ingaggio. Nel corso di questa stagione, viene impiegato dall'allenatore Andrea Stramaccioni più come difensore centrale che come terzino. Il 2 agosto 2012, nel corso della partita di andata del terzo turno di qualificazione dell'Europa League contro l'Hajduk Spalato, subisce una lussazione post-traumatica al secondo dito del piede destro. A settembre, ormai prossimo al rientro, è costretto ad operarsi. Ritorna in campo dopo più di quattro mesi, il 18 dicembre giocando da titolare in Inter-Verona (2-0) di Coppa Italia e, date anche le assenze di Javier Zanetti, Esteban Cambiasso e Walter Samuel, indossa per la prima volta la fascia di capitano della squadra nerazzurra. Il 27 gennaio segna il suo primo gol stagionale su punizione contro il Torino, nella partita pareggiata poi per 2-2.

Il 20 agosto a Miami viene operato al piede destro per un problema al mignolo. Tuttavia il giocatore non riesce a recuperare, anzi il dolore si riacutizza ed è costretto a operarsi al piede per la terza volta nel febbraio 2014. Il 31 marzo seguente la società e il giocatore comunicano la risoluzione consensuale del contratto. Chivu lascia così l'Inter, e contestualmente il calcio giocato, dopo sette stagioni (con 169 presenze e 3 gol) ed aver vinto tre campionati, due Coppe Italia, due Supercoppe italiane, una UEFA Champions League e una Coppa del mondo per club FIFA, salutando i tifosi a San Siro prima del match tra Inter e Bologna del 5 Aprile 2014.