LA COPPIA

Dalla Toscana con furore: li riconoscete?

Scritto da Andrea Sperti  | 

Massimo Maccarone ha smesso di giocare da qualche tempo mentre Alino Diamanti illumina ancora la scena in Australia. I due si sono ritrovati questa estate e, come si può vedere dalle storie dell'ex trequartista del Livorno, non hanno perso sintonia nonostante gli anni e la distanza. 

Il soprannome Alino, diminutivo di Alessandrino, gli fu dato da giovanissimo dai tifosi della squadra della sua città, il Prato.

Sposato dal 6 luglio 2008 con Silvia Hsieh, la coppia ha tre figli: Aileen, nata il 18 dicembre 2008, Olivia, nata il 17 luglio 2010, e Taddeo, nato l'8 marzo 2013.

Caratteristiche tecniche 

Fantasista mancino, il suo ruolo ideale è di trequartista "a tutto campo" dietro due punte, libero di svariare dal centro alle fasce. Dotato di grinta, estro e personalità, tra i suoi punti di forza vi sono il cross, il dribbling, il tiro e l'abilità nei calci piazzati, siano essi punizioni o calci d'angolo; in più di un'occasione ha segnato direttamente dalla bandierina.

Subisce molti falli: nella stagione 2012-2013 è stato il giocatore che ha subìto più falli (ben 147) nei cinque maggiori campionati europei.

Carriera 

Gli inizi tra Prato ed esperienze in prestito 

Cresciuto calcisticamente nella società pratese Associazione Calcio Santa Lucia, fu prelevato dal Prato, la squadra del cuore, nell'estate del 1997. Dopo tre stagioni nelle squadre giovanili, l'allenatore Vincenzo Esposito lo fece esordire in prima squadra il 14 maggio 2000, all'età di 17 anni, nei minuti finali dell'ultima giornata del campionato di Serie C2, Novara-Prato (0-0).

Il 1º luglio 2000 venne ceduto in prestito con diritto di riscatto all'Empoli, dove venne impiegato nella Primavera allenata da Luca Cecconi, giocando piuttosto poco (12 presenze e un gol in campionato, una presenza in Coppa). Al termine del campionato l'Empoli non esercitò il riscatto e Diamanti tornò a Prato, dove all'inizio della stagione successiva, il 19 agosto 2001, esordì in Coppa Italia, giocando l'ultimo spezzone di gara contro il Chievo (in trasferta, terminata 1-0), militante in Serie A.