EXTRA SOCIAL

Mondiali, ex Barça difende il Qatar: “Oltre 6mila morti per costruire gli stadi? Una sciocchezza”

Scritto da Staff CS  | 

L'ex calciatore Ronald de Boer nel corso di una trasmissione sull'emittente olandese RTL ha suscitato grande indignazione bollando come “una sciocchezza” il rapporto del guardiano che stimava nel 6500 il numero degli operai morti nei cantieri per costruire gli stadi che ospiteranno le gare dei Mondiali in Qatar il prossimo inverno: 

Questa è davvero una totale sciocchezza, che alcune persone siano morte è triste, ma in queste stime viene gettato tutto nello stesso calderone. Da chi muove cadendo da un’impalcatura a chi muore per il caldo, dall’insegnante, all’addetto alle pulizie fino all’operaio edile. Questa è la materia con cui sono fatti questi numeri”.

Va ricordato che De Boer non parla però da persona neutrale essendo stato annunciato lo scorso anno come ambasciatore della Coppa del Mondo in Qatar.

Ronald De Boer e l'attacco nel giugno 2021 a suo fratello

Non sono le prime strane uscite quelle di De Boer. Lo scorso giugno Ronald si mise in evidenza per una nuova diatriba con il fratello gemello Frank De Boer. A riportarlo fu il “De Telegraaf“, che sottolinea le critiche mosse al ct dell’Olanda da suo fratello. 

Cruyff si rivolterebbe nella tomba se vedesse il 5-3-2 proposto da Frank. Farebbe lo stesso anche per il Barcellona di Koeman nonostante il sistema sia ancora allettante. Frank è un esperto di Van Gaal, ma ha anche il suo proprio marchio, ha appreso tanto da vari allenatori – ha aggiunto Ronald De Boer – A mio avviso il modulo migliore sarebbe il 4-3-3. Ti aiuta infatti ad avere sicurezza nella retroguardia ma anche a giocare in maniera offensiva“.

COSA FANNO ADESSO I GEMELLI DE BOER

Hanno condiviso molti anni di carriera fra Ajax, Barcellona, Olanda e Qatar, oggi sono due allenatori: Frank e Ronald De Boer, i gemelli olandesi.

L'uno era un difensore, l'altro un centrocampista esterno con propensione decisamente offensiva. Frank e Ronald De Boer sono stati probabilmente i gemelli più iconici del calcio moderno e insieme hanno condiviso una fetta importante della loro carriera, dall'Ajax all'Olanda, passando per il Barcellona e gli ultimi anni in Qatar.

Fratelli nella vita e sul campo, con un carattere in verità diverso (orgoglioso e sicuro di sé il primo, decisamente più umile il secondo) oggi sono entrambi allenatori. Mentre Frank ha già avuto esperienze importanti, non facendo in verità benissimo (in Italia con l'Inter e in Inghilterra con il Crystal Palace dopo gli esordi con l'Ajax) ed è l'attuale Ct dell'Olanda, Ronald è ancora oggi un componente dello staff tecnico dei Lancieri, essendo rimasto molto legato al club che lo ha lanciato nel grande calcio.