SALUTI

"Dear Chelsea": l'ex difensore della Roma saluta il suo club

Scritto da Andrea Sperti  | 

Antonio Rudiger, ex difensore della Roma ora al Chelsea, ha salutato il suo cub attraverso i social. Il difensore centrale, infatti, lascerà la formazione londinese dato che gli è scaduto il contratto. Real Madrid e Juventus sono sulle sue tracce. 

Nel 2010 passa allo Stoccarda, con cui nella prima stagione gioca 17 partite nella squadra riserve, segnando anche un gol, ed una partita in Bundesliga. L'anno seguente viene riconfermato, e, dopo aver giocato 4 partite e segnato 2 gol con la squadra riserve, passa stabilmente in prima squadra, con cui gioca 16 partite di campionato ed anche 4 partite in Europa League. L'anno seguente gioca altre 2 partite nei preliminari di Europa League e 2 partite nella coppa stessa; segna inoltre 2 gol in 30 partite in Bundesliga.

Nella stagione 2014-2015 gioca solo 20 partite tra campionato e coppa tedesca, a causa di alcuni problemi fisici.

Roma 

Il 19 agosto 2015 la Roma ufficializza il suo ingaggio in prestito oneroso per la cifra totale 4 milioni di euro con diritto di riscatto a 9 milioni, scegliendo di indossare la maglia numero 2. Il 12 settembre esordisce con la maglia giallorossa, giocando da titolare, nella vittoriosa trasferta contro il Frosinone conclusa per 2 a 0. Il successivo 16 settembre debutta in Champions League nella gara contro il Barcellona.

Dopo un inizio difficile il suo rendimento migliora affermandosi come titolare della retroguardia giallorossa, arrivando a segnare il suo primo gol con i capitolini il 9 gennaio 2016 nella partita casalinga contro il Milan (1-1). Si ripete l'8 maggio 2016 nella vittoria per 3-0 interna contro il Chievo, siglando il suo secondo gol in campionato con un colpo di testa che batte il portiere Albano Bizzarri. Il 30 maggio 2016 viene riscattato a fronte del versamento di 9,5 milioni di euro allo Stoccarda. Termina la sua prima stagione a Roma con 37 presenze complessive e 2 gol.

Poco prima di giocare gli Europei 2016 con la propria nazionale in allenamento si infortuna al legamento crociato anteriore del ginocchio destro e l'11 giugno viene di conseguenza operato. Il 22 ottobre 2016 torna a giocare una partita con la formazione giovanile Primavera segnando anche un gol. Conclude la sua seconda stagione con 35 presenze all'attivo, di cui molte da terzino destro.