CHE DEDICA

Milan, Tonali innamorato perso della sua Juliette: "Io e te"

Scritto da Andrea Sperti  | 

Sandro Tonali sta vivendo un momento d'oro sia dentro che fuori dal campo. Il centrocampista rossonero ha conquistato un posto da titolare nelle gerarchie di Stefano Pioli ed ora pare essere finalmente anche sereno fuori dal campo campo con la sua Juliette.

LA CARRIERA DI TONALI 

Tonali inizia a giocare a calcio all'età di sei anni nella Lombardia Uno, scuola calcio del quartiere Barona (Milano) affiliata al Milan con cui disputa la categoria Pulcini nel 2008-2009. L'anno successivo passa al Piacenza, dove resta per tre stagioni, prima di trasferirsi, all'età di 12 anni, al Brescia.

Dopo aver compiuto la trafila delle squadre giovanili del club lombardo, debutta in prima squadra il 26 agosto 2017, all'età di 17 anni, subentrando a Matteo Cortesi al 70' dell'incontro di Serie B perso per 2-1 contro l'Avellino. Dopo un periodo passato nuovamente con la Primavera, nel gennaio 2018 inizia ad essere impiegato con maggior frequenza dalla prima squadra, fino ad entrare in pianta stabile fra i titolari. Il 28 aprile seguente trova la prima rete in carriera siglando il gol del momentaneo 1-1 nell'incontro perso per 4-2 in trasferta contro la Salernitana. Termina la prima stagione fra i professionisti con 19 presenze e 2 gol, e viene premiato al Gran Galà del calcio AIC come miglior giovane della Serie B 2017-2018. 

Nella sua seconda stagione con il Brescia viene schierato subito titolare dall'allenatore Eugenio Corini, subentrato nel settembre 2018, e contribuisce da protagonista alla vittoria del campionato e alla conseguente promozione in Serie A, con 34 presenze e 3 gol. Per il secondo anno consecutivo viene premiato come miglior giovane della Serie B.

Esordisce in Serie A il 25 agosto 2019, all'età di 19 anni, nella partita vinta per 1-0 in trasferta contro il Cagliari alla 1ª giornata di campionato. Il 26 ottobre successivo realizza, su calcio di punizione, la sua prima rete in Serie A, nella partita persa 3-1 in trasferta contro il Genoa. Ottiene 35 presenze in una stagione difficile per il Brescia, che retrocede in Serie B con tre giornate di anticipo.

Termina la sua esperienza a Brescia con 89 presenze, 6 reti e 16 assist.

Il 9 settembre 2020 passa al Milan in prestito oneroso per 10 milioni di euro, con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro e 10 milioni di bonus. Esordisce con il Milan e nelle coppe europee il 17 settembre, a 20 anni, entrando al posto di Ismaël Bennacer nella partita valida per il secondo turno preliminare di Europa League vinta 2-0 contro lo Shamrock Rovers a Dublino. In campionato esordisce con i rossoneri il 21 settembre, subentrando nel finale della sfida della prima giornata vinta per 2-0 contro il Bologna. Utilizzato spesso in Europa League e con discreta continuità in campionato, termina la stagione con 37 presenze complessive, ma il suo rendimento è al di sotto delle aspettative.

L'8 luglio 2021, dopo una ritrattazione dei termini dell'accordo con il Brescia, viene riscattato dal Milan per 7 milioni di euro più 3 di bonus oltre al cartellino del giovane Giacomo Olzer. In questa stagione Stefano Pioli gli concede da subito maggiore spazio tanto che alla 2ª giornata di campionato, il 29 agosto, segna su punizione il suo primo gol con la maglia del Milan, nella gara vinta 4-1 contro il Cagliari a San Siro. Il 15 settembre esordisce in Champions League, ad Anfield, nella gara della fase a gironi persa 3-2 in casa del Liverpool.l 3 ottobre invece segna il suo primo gol su azione in Serie A nella vittoria per 2-3 in casa dell'Atalanta.