POLEMICA SOCIAL

Antinelli, bufera Rai: “Grazie Marchisio e Adani, a una persona dico: fai pena”

Scritto da Staff CS  | 

Non si placano le polemiche social in casa Rai. Dopo la lite social tra Alessandro Antinelli e Paola Ferrari in seguito alla scomparsa di Mario Sconcerti, un altro post del giornalista sportivo scatena di nuovo la bufera. A Mondiale in Qatar concluso e quindi alla fine dell'accompagnamento televisivo della competizione targato Rai Sport, l'inviato in Qatar ha voluto ringraziare il team che gli è stato vicino per tutta la durata del torneo iridato. In un lungo messaggio su Twitter Antinelli ha ringraziato tra gli altri anche Lele Adani e Claudio Marchisio, in studio con lui durante la finale. "È tempo di ringraziamenti, gli ultimi e più sentiti. Grazie alla Rai e ad Alessandra De Stefano per aver creduto in me e per aver creduto che fosse possibile raccontare 64 partite in maniera degna. Spero che la missione sia compiuta" ha iniziato Antinelli (con la risposta della stessa De Stefano "Non solo compiuta…ma perfetta Grazie a te"), per poi continuare "Grazie alla mia squadra. Avete dato tutti il massimo e siete stati una famiglia. Un grazie speciale al mio capo Donatella Scarnati fonte continua di ispirazione. Mi mancherai tanto. Ma so che verso le 7 del mattino continueremo a sentirci per fare il punto. Grazie alla mia squadra di talent. Prima che super opinionisti siete super persone e amici. Grazie Lele Adani, Claudio Marchisio, Mister Strama, Dige e Sebino. Siete la migliore squadra di sempre di Raisport".

Antinelli, l'attacco dopo la lite con Paola Ferrari

Nell'ultima parte dei ringraziamenti però arrivano le parole pesanti, che anche se non hanno un nome sembrerebbero essere indirizzate proprio all'altro volto noto di Rai Sport con il quale Antinelli aveva avuto da ridire attraverso un durissimo scambio di tweet: "Infine una questione personale: i miei ultimi 4 mesi non sono stati facili.  Vorrei mandare un messaggio alla persona che ha provato a ELIMINARMI fabbricando calunnie, a chi mi ha insultato per mesi nei corridoi di Saxa urlando ingiurie di ogni tipo. Io non ti odio. L’odio è un sentimento che non mi appartiene. Io per te provo pena perché con i soldi e il potere potrai comprarti tutto ma cuore e competenza mai". Un messaggio che farà sicuramente discutere.